Mondiali 2022

Analisi del Gruppo E del Mondiale di Qatar 2022

Andrea Gigante
L'analisi del Gruppo E di Qatar 2022
L'analisi del Gruppo E di Qatar 2022 /
facebooktwitterreddit

È ufficialmente partito il countdown per i prossimi Mondiali. Ancora pochi mesi e le 32 Nazionali voleranno in Qatar per contendersi la coppa più ambita di tutte.

Qualche settimana fa nella lussuosa Doha si sono tenuti i sorteggi che hanno decretato gli otto gironi da quattro squadre ciascuno e, come spesso succede, non sono mancate sorprese. Tra gruppi "di ferro" e altri più agevoli è impossibile infatti stabilire chi riuscirà ad approdare agli ottavi e a proseguire nella competizione.

Noi di 90min abbiamo allora pensato di analizzare uno per uno tutti i gironi del Mondiale 2022 e di provare a indovinare chi passerà il turno. Proseguiamo con il gruppo E, quello che vedrà fronteggiarsi l'una contro l'altra Spagna, Germania, Giappone e la vincente dello spareggio tra Costa Rica e Nuova Zelanda.

Il loro cammino verso il Mondiale

Spagna

Alvaro Morata
Spagna / Fran Santiago/GettyImages

La Spagna sbarca in Qatar grazie al primo posto ottenuto nel proprio girone di qualificazione. Dopo il Mondiale deludente del 2018, le Furie Rosse vogliono rifarsi e le 6 vittorie con un solo pareggio e una sconfitta con cui si presentano sono un bel biglietto da visita.

Stiamo parlando di una superpotenza del calcio europeo, quindi la loro presenza non è mai stata messa in dubbio. Tuttavia, i ragazzi di Luis Enrique hanno dovuto fare i conti con la Svezia che non ha mai commesso un passo falso. Decisiva per la qualificazione della Spagna è stata infatti la vittoria nello scontro diretto dell'ultima giornata.

Germania

FBL-WC-2022-EUR-QUALIFIER-ARM-GER
Germania / KAREN MINASYAN/GettyImages

È stato un gioco da ragazzi per la Germania dominare un girone di qualificazione non esattamente competitivo. Die Mannschaft ha infatti chiuso con 9 vittorie e una sola sconfitta, staccando agevolmente un pass per i Mondiali.

Qual è l'unica nazionale ad aver sconfitto i tedeschi? La Macedonia del Nord, una squadra che noi italiani conosciamo bene.

Giappone

Kaoru Mitoma
Giappone / Mark Metcalfe/GettyImages

Il Giappone si è piazzato al secondo posto del girone B per le qualificazioni asiatiche, guadagnandosi così la partecipazione a Qatar 2022. Con una nazionale che è un mix tra vecchia guardia e nuove leve. i Samurai Blu hanno anticipato di ben 7 punti l'Australia, costringendola agli spareggi.

I gol segnati sono stati 12, ma a colpire maggiormente è il dato riguardante quelli subiti: solo 4!

Costa Rica

Keysher Fuller
Costa Rica / Emilee Chinn/GettyImages

Osservando il loro score nelle prime partite di qualificazione, nessuno avrebbe detto che la Costa Rica avrebbe partecipato al prossimo Mondiale. Eppure i Ticos hanno tirato fuori l'orgoglio e nelle ultime 5 gare hanno raccolto ben 4 vittorie.

Grazie a questa ripresa si sono piazzati al quarto posto nel girone del Centro-America, riuscendo a strappare la possibilità di disputare lo spareggio internazionale, ultima spiaggia per andare in Qatar.

Nuova Zelanda

Ryan Thomas
Nuova Zelanda / Hagen Hopkins/GettyImages

Per un paese dell'Oceania non è facile staccare un pass per il Mondiale. Le otto nazionali partecipanti vengono divise in due gironi da quattro in cui solo la prima e la seconda classificata passano al turno successivo, costituito da un mini-torneo con semifinale e semifinale.

La Nuova Zelanda ha trionfato nel gruppo con Papua Nuova Guinea, Fiji e Nuova Caledonia, ha battuto in semifinale Tahiti e ha avuto la meglio anche sulle Isole Salomone nella finalissima. Ma non è finita qui: per arrivare in Qatar bisogna superare un ultimo ostacolo, lo spareggio contro la Costa Rica.

Le formazioni tipo

Spagna (4-3-3): U.Simon; Azpilicueta, Laporte, P. Torres, J. Alba; Pedri, Rodri, Gavi; Sarabia, Morata, De Tomas.

Germania (3-4-2-1): Neuer; Rudiger, Sule, Tah; Draxler, Kroos, Kimmich, Raum; Muller, Gundogan; Havertz.

Giappone (4-2-3-1): Gonda; Sakai, Yoshida, Tomiyasu, Nagatomo; W. Endo, Shibasaki; Kubo, Kamada, Minamino; Ueda.

Costa Rica (5-4-1): K. Navas; Fuller, Duarte, Vargas, Calvo, Oviedo; Leal, Tejeda, Borges, Campbell, Contreras.

Nuova Zelanda (4-3-3): Marinovic; Kirwan, Payne, Smith, Cacace; Stamenic, Bell, Tuiloma; Greive, Rogerson, Wood.

Il calendario delle partite

1ª giornata

  • Germania-Giappone, 23 novembre ore 14
  • Spagna-(Costa Rica vs Nuova Zelanda), 23 novembre ore 17

2ª giornata

  • Giappone-(Costa Rica vs Nuova Zelanda), 27 novembre ore 11
  • Spagna-Germania, 27 novembre ore 20

3ª giornata

  • (Costa Rica vs Nuova Zelanda)-Germania, 1 dicembre ore 20
  • Giappone-Spagna, 1 dicembre ore 20

Ottavi di finale (dal 3 al 6 dicembre)

  • 1ª girone E vs 2ª girone F, 5 dicembre ore 16
  • 1ª girone F vs 2ª girone E, 6 dicembre ore 16

Livello di difficoltà del girone e nazionali favorite

Il Girone E di Qatar 2022 è a tutti gli effetti uno dei più squilibrati. Da una parte ci sono due corazzate come Spagna e Germania, dall'altro invece c'è una nazionale organizzata ma comunque modesta come il Giappone e un'altra decisamente svantaggiata.

A prescindere da chi vincerà il playoff, sia Costa Rica sia Nuova Zelanda sembrano avere il destino segnato. A passare il turno saranno infatti tedeschi e spangoli che si daranno guerra per contendersi il primato. Al Giappone non resta che onorare la competizione, cercando di strappare un dignitoso terzo posto


Segui 90min su Twitch.

facebooktwitterreddit