Europeo Femminile

Women's Euro: le calciatrici più forti nella storia degli Europei

Matteo Baldini
Grings, Neid e Prinz
Grings, Neid e Prinz / Pool/GettyImages
facebooktwitterreddit

Gli Europei Femminili di calcio, ufficialmente UEFA Women's Championship, rappresentano a conti fatti la competizione internazionale più datata e dalla maggiore storia nell'ambito del calcio femminile.

Se ne possono trovare radici già nel 1969, ben prima insomma che la competizione venisse istituzionalizzata e divenisse a tutti gli effetti ufficiale, nel 1984.

Il torneo, proprio grazie a tale radicata storia, ha visto scendere in campo le giocatrici più importanti e più forti del panorama calcistico europeo: vediamo le 15 stelle più brillanti scese in campo nella storia degli Europei Femminili di calcio.

15. Karen Carney (Inghilterra)

Soccer - Women's International Friendly - England v Sweden
Caren Karney / Matthew Ashton/GettyImages

Europei disputati: 2005, 2009, 2013, 2017

La leggenda inglese Carney segnò al debutto nel suo primo Europeo, quello del 2005, un dato non banale se si pensa che quell'edizione si giocò proprio in Inghilterra e che la calciatrice aveva appena 17 anni.

Era, quello, l'inizio di un percorso che l'avrebbe poi vista protagonista in altre tre edizioni degli Europei, compresa quella che (nel 2009) vide le inglesi arrivare fino alla finale e poi (nel 2017) in semifinale.

14. Victoria Svensson (Svezia)

Victoria Svensson
Victoria Svensson / Guang Niu/GettyImages

Europei disputati: 1997, 2001, 2005, 2009

La Svezia si è attestata stabilmente tra le prime della classe, arrivando a un passo dal successo o dalla finale nel corso della carriera di Victoria Svensson.

Con l'attaccante classe '77 in campo, infatti, la sua Nazionale ha raggiunto la semifinale nel '97 e nel 2005, arrivando anche in finale nell'edizione del 2001 (vinta poi dalla Germania).

13. Solveig Gulbrandsen (Norvegia)

FBL-EURO-2013-WOMEN-NOR-NED
Gulbrandsen / AFP/GettyImages

Europei disputati: 2001, 2005, 2009, 2013

La Norvegia ha una storia di primo ordine nell'ambito degli Europei, una grande tradizione fatta da risultati importanti, risultando una vera e propria costante tra le prime quattro Nazionali e collezionando ben sei finali e due vittorie.

La Gulbrandsen, dal canto proprio, non ha mai fallito nella missione di arrivare almeno in semifinale, mostrando una continuità rara e segnando anche cinque gol.

12. Lieke Martens (Olanda)

Tournoi de France 2022"Women's France v Women's Netherlands"
Lieke Martens / ANP/GettyImages

Europei disputati: 2017

Grande protagonista dell'Europeo vinto dall'Olanda in casa nel 2017, un traguardo storico se si pensa a quella che era la tradizione delle stesse olandesi prima di quell'edizione.

Eletta giocatrice del torneo, avrebbe poi ottenuto pochi mesi dopo il riconoscimento FIFA come miglior calciatrice del 2017, anche sulla scia di quell'Europeo vissuto da protagonista.

11. Hanna Ljungberg (Svezia)

Jon and Ljungberg battle for the ball
Ljungberg / Ezra Shaw/GettyImages

Europei disputati: 1997, 2001, 2005

La stella svedese Hanna Ljungberg avrebbe meritato di conquistare almeno un Europeo nel corso della propria importante carriera. In particolare nel 2001 risultò la miglior calciatrice del torneo e condusse la propria Nazionale fino alla finale.

La prolifica attaccante ha collezionato 6 gol nelle varie edizioni a cui ha partecipato. Una curiosità: Gaucci, storico patron del Perugia, provò a metterla sotto contratto per la squadra maschile, ricevendo un no come risposta (destino condiviso con la connazionale Svensson).

10. Nadine Angerer (Germania)

German goalkeeper Nadine Angerer reacts
Nadine Angerer / MARCUS BRANDT/GettyImages

Europei disputati: 1997, 2001, 2005, 2009, 2013


Pensando al rapporto tra la Angerer e gli Europei il discorso finisce per spiegarsi semplicemente coi numeri: cinque edizioni vinte su cinque edizioni a cui la tedesca ha preso parte, come portiere della Germania.

Al di là dei numeri è chiaro come la Angerer abbia dovuto rivelarsi paziente, prima di ottenere il posto da titolare (nel 2009). Nel 2013 ha vinto da capitano della Germania ed è stata in seguito nominata miglior giocatrice FIFA per quell'anno.

9. Pia Sundhage (Svezia)

Pia Sundhage
Pia Sundhage / Quality Sport Images/GettyImages

Europei disputati: 1984, 1987, 1989, 1995

Pia Sundhage è nota come allenatrice capace di portare gli Stati Uniti alla conquista dell'oro olimpico, per due volte, ma la svedese è stata una delle giocatrici più importanti tra gli anni '80 e '90, con gli Europei come scenario prediletto.

In particolare si sottolinea come la Sundhage abbia condotto (con gol pesantissimi) la Svezia al titolo nel 1984, prima edizione ufficiale del torneo e ultima affermazione delle svedesi.

8. Heidi Mohr (Germania)

SOCCER-WOMEN'S WORLD CHAMPIONSHIP 1991
Heidi Mohr / TOMMY CHENG/GettyImages

Europei disputati: 1989, 1991, 1993, 1995

La compianta Heidi Mohr era in possesso di un gran fiuto per il gol e di un'impressionante media tra reti segnate e partite giocate, sia nei club che con la Nazionale.

Nel 1991 è stata miglior marcatrice del torneo, conducendo la sua Germania al successo. Terza nella classifica del gol totali siglati nel torneo, dopo il titolo del 1991 si è ripetuta anche nel 1995 (aveva alzato il trofeo anche nell'89, con la Germania Ovest).

7. Martina Voss (Germania)

Martina Voss-Tecklenburg
Martina Voss / Alex Grimm/GettyImages

Europei disputati: 1989, 1991, 1993, 1995, 1997

L'attuale commissario tecnico della Nazionale femminile tedesca può vantare una carriera importante con la stessa Germania, dal 1984 fino al 2000.

Ben quattro successi agli Europei su cinque partecipazioni, primo nel 1989 con la Germania Ovest e i successivi con la Germania unificata. Ha mancato l'appuntamento con la vittoria agli Europei solo nel 1993, fermandosi in semifinale.

6. Silvia Neid (Germania)

Silvia Neid, assistant coach of the Germ
Silvia Neid / OLIVER LANG/GettyImages

Europei disputati: 1989, 1991, 1993, 1995

Ai due Europei vinti come allenatrice si aggiungono i tre successi da calciatrice della Nazionale tedesca: nel 1989, nel 1991 e nel 1995.

Una centrocampista col vizio del gol, nel 1991 diede il meglio di sé e condusse la Germania al successo, emergendo come la miglior calciatrice di quell'edizione.

5. Carolina Morace (Italia)

AS Photo Archive
Carolina Morace / Alessandro Sabattini/GettyImages

Europei disputati: 1984, 1987, 1989, 1991, 1993, 1997

L'Italia del calcio femminile spera di tornare tra le Nazionali più competitive nella prossima edizione ma ho dovuto fronteggiare una lunga assenza dai piani alti degli Europei.

In precedenza, però, la stessa Morace condusse l'Italia a giocarsi due finali e una finale per il terzo posto: un chiaro segno dell'impatto di una singola giocatrice sull'intero panorama della Nazionale e sulla sua competitività.

4. Hege Riise (Norvegia)

FBL-ENG-WOMEN-NOR-RIISE
Hege Riise / LISE ASERUD/GettyImages

Europei disputati: 1991, 1993, 1995, 1997, 2001

La Riise ha guidato la Norvegia sia pensando ai Mondiali che agli Europei, nello spazio di due anni, arrivando a essere eletta miglior giocatrice di entrambe le principali competizioni internazionali.

La centrocampista ha giocato cinque Europei in totale, in un decennio esatto, raggiungendo due volte la finale e ottenendo anche un successo. Ha raggiunto anche la semifinale in due occasioni, a testimonianza del grande impatto su quel ciclo della sua Nazionale.

3. Inka Grings (Germania)

Inka Grings
Inka Grings / Boris Streubel/GettyImages

Europei disputati: 2005, 2009

Ha giocato agli Europei in sole due occasioni ma ciò non le ha impedito di lasciare un grande impatto sul torneo. Ha segnato ben dieci gol in totale, tra le due edizioni a cui ha preso parte, contribuendo in modo decisivo al successo della Germania.

Nonostante fosse al massimo nel periodo in cui la Germania dominava nel mondo del calcio femminile ha il rimpianto di non aver vinto il Mondiale, essendo infortunata nel 2003 e rimasta fuori nel 2007.

2. Bettina Wiegmann (Germania)

Bettina Wiegmann
Bettina Wiegmann / Stuart Franklin/GettyImages

Europei disputati: 1991, 1993, 1995, 1997, 2001

La carriera internazionale di Bettina Wiegmann ha percorso ben 14 anni e la centrocampista ha preso parte a cinque edizioni degli Europei, ottenendo quattro vittorie e risultando cruciale nella finale del 1995 e nella semifinale del 1997.

Dopo il successo ottenuto nel 1997 è stata anche eletta miglior calciatrice tedesca dell'anno, a testimonianza del suo peso nell'ennesima affermazione della Germania.

1. Birgit Prinz (Germania)

Birgit Prinz, striker of the German wome
Birgit Prinz / OLIVER LANG/GettyImages

Europei disputati: 1995, 1997, 2001, 2005, 2009

Protagonista indiscussa della scena internazionale e vincitrice di cinque edizioni degli Europei: di fatto tutte quelle a cui ha preso parte con la sua Germania.

Condivide il record di successi con la connazionale Angerer ma ha rivestito un ruolo certo più cruciale della compagna: è la calciatrice che ha collezionato più presenze agli Europei (23 nello specifico) e quella che ha segnato più gol (10, come la connazionale Grings).


Segui 90min su Instagram.

facebooktwitterreddit