Juventus

De Sciglio: "Juventus ridimensionata dopo CR7. Non penso al rinnovo"

Matteo Baldini
Mattia De Sciglio
Mattia De Sciglio / Jonathan Moscrop/GettyImages
facebooktwitterreddit

Tra i protagonisti a sorpresa del riscatto bianconero, dopo un inizio di stagione negativo per la Juve, figura anche Mattia De Sciglio: i due assist nelle ultime due vittorie, tra campionato e Champions, hanno rilanciato un giocatore tornato quest'anno e spesso considerato tutt'altro che fondamentale. Lo stesso terzino bianconero ha parlato così in conferenza stampa del proprio momento e delle prospettive future. Queste le sue parole:

Artem Dzyuba, Mattia De Sciglio
De Sciglio contro lo Zenit / MB Media/GettyImages

Queste le sue parole: "Non potevo festeggiare meglio il compleanno. La vittoria della squadra era la cosa più importante. I 3 punti non ci danno la qualificazione, ma è un grande passo. Ci andremo a conquistare la qualificazione al ritorno, la prossima con lo Zenit".

Sul ritorno a Torino: "Se sono tornato convinto? Io ne ero convinto anche l'anno scorso. Poi ovviamente la società fa delle scelte e io avevo accettato di fare un'esperienza all'estero. Ma sono sempre stato convinto delle mie qualità e di far parte di questa squadra. Poi si gioca ogni 3 giorni, c'è sempre bisogno di tutti i giocatori. E chi entra può fare la differenza, come successo stasera con Kulusevski" riporta IlBianconero.

Sul contratto: "Non abbiamo ancora parlato del contratto, da parte mia è l'ultimo dei pensieri. Sono molto sereno, concentrato solo sul campo a dare il 100% ogni giorno come sempre. Il lavoro paga sempre e verrà tutto di conseguenza. Sono tranquillo e sereno, arriverà il momento anche per quello".

Cristiano Ronaldo, Massimiliano Allegri, Mattia De Sciglio
De Sciglio per CR in estate / Jonathan Moscrop/GettyImages

Sul lavoro di Allegri: "Il mister da quando lo conosco è sempre stato bravissimo a gestire le situazioni anche nelle difficoltà, come nelle prime partite, dove dovevamo trovare una quadra e una compattezza che stiamo trovando sempre più. È la quarta partita che vinciamo 1-0, lo dimostra, per noi difensori è il risultato più bello. Dimostra che la squadra è solida, non come all'inizio, e ci permette di acquisire fiducia e consapevolezza in noi.

Il suo lavoro è importante, per tutti noi non è stato semplice all'inizio della stagione doverci
ridimensionare, anche dopo l'addio di Ronaldo. Anche perché le altre concorrenti si sono ulteriormente rinforzate. Continuiamo su questa squadra senza distrarci, ci si gode la vittoria ma si pensa subito a domenica che è una partita fondamentale".

Sull'Inter: "Come non farmi giocare ora? Non lo so, quello si vedrà. Saranno scelte sue, in base alle condizioni fisiche di ognuno, è già tanto che stiamo giocando ogni tre giorni e sarà ancora così fino alla sosta. Ci sarà bisogno di tutti, dall'inizio o dalla panchina. Tutti pronti come stiamo facendo. Per me la cosa più importante sono gli obiettivi di squadra, vengono prima di tutto".


Segui 90min su Instagram.

facebooktwitterreddit