Serie A

Bremer domina ma Sanchez salva l'Inter: 1-1 nerazzurro col Toro, pari al 93'

Matteo Baldini
Il pari di Sanchez
Il pari di Sanchez / MARCO BERTORELLO/GettyImages
facebooktwitterreddit

Appuntamento delicato per l'Inter sul campo del Torino, un posticipo domenicale col successo come imperativo per i nerazzurri nell'ottica di rispondere alle vittorie di Milan, Napoli e Juventus ottenute. Il Toro ci prova per primo con Belotti, pallone sull'esterno della rete, mentre l'Inter ha in Dzeko l'uomo più pericoloso: sinistro bloccato da Berisha.

Al 12' arriva il vantaggio granata da corner: pallone a Pobega che serve di prima Bremer, cinico a superare Handanovic dopo aver eluso la marcatura di Skriniar. Risposta immediata dell'Inter ma Berisha è reattivo sul colpo di testa di Lautaro, ben servito da Calhanoglu. Fiammata nerazzurra alla mezzora, Berisha però ancora una volta ha un gran riflesso e nega all'Inter il pari respingendo un insidioso tiro-cross di Calhanoglu da calcio di punizione.

Gleison Bremer, Tommaso Pobega
Il vantaggio granata / Jonathan Moscrop/GettyImages

Le proteste granata per un rigore non concesso su Belotti e un tiro di Mandragora che fa la barba al palo sono gli ultimi brividi del primo tempo. In avvio di ripresa Vecico manda alto di testa, girandosi bene, e Berisha salva tutto su Dimarco. L'Inter dà segni di risveglio e ci prova anche con Dzeko, colpo di testa fuori di un soffio, mentre dall'altra parte Gosens fa un salvataggio clamoroso sul destro a botta sicura di Brekalo e Handanovic fa il miracolo su Izzo. Dopo un tentativo di Vidal, parato da Berisha, è Dzeko a divorarsi l'1-1 di testa ma nel recupero Sanchez cambia tutto: destro di prima su assist di Dzeko e pari agguantato proprio in extremis.

La chiave tattica di Torino-Inter

Atteggiamento diametralmente opposto delle due squadre in avvio, Toro più arrembante e pronto a pressare alto contro un'Inter più attendista che, dal canto proprio, lascia giocare i granata e poi prova a ripartire appoggiandosi su Dzeko per superare la pressione avversaria. Il vantaggio iniziale non appaga il Toro che si conferma compatto, capace di imbastire ottime azioni e di vincere un gran numero di duelli grazie alla classica aggressività delle squadre di Juric.

Il possesso nerazzurro cresce ma resta sempre innocuo nel primo tempo. I cambi di Inzaghi danno nuova verve all'Inter nella ripresa, nerazzurri più efficaci nella ricerca dei passaggi in verticale e negli inserimenti da dietro almeno nei primi minuti, prima del gran ritorno di un Toro che dimostra di averne ancora fino al crollo-beffa arrivato nel recupero.

Sasa Lukic, Hakan Calhanoglu
Calhanoglu e Lukic / Valerio Pennicino/GettyImages

L'episodio della partita

Tanti gli episodi potenzialmente decisivi per tenere in partita l'Inter: sul finire del primo tempo Belotti s'invola verso la porta e viene fermato da Ranocchia con un intervento che appare chiaramente falloso, Guida lascia correre e il VAR non interviene, i miracoli di Gosens e Handanovic nella ripresa permettono ai nerazzurri di sperare ancora nella possibilità di pareggiare poi concretizzata da Sanchez nel recupero. In quel frangente spicca in particolare il perfetto assist di Dzeko che, di fatto, regala al cileno un pallone ideale per sancire il pari.

Il migliore in campo - Bremer voto 7,5

Sarebbe riduttivo soffermarsi solo sul gol del vantaggio, per quanto fondamentale e da sottolineare. Bremer si conferma il proverbiale muro per chiunque passi dalle sue parti, alternando una marcatura attenta ad anticipi efficaci, senza trascurare uscite in bello stile dalla difesa dal primo all'ultimo minuto. Il giallo nel finale è la sola macchia (comunque irrisoria) sulla sua partita, l'ennesima, da incorniciare.

FBL-ITA-SERIEA-TORINO-INTER
Bremer / MARCO BERTORELLO/GettyImages

Il tabellino di Torino-Inter 1-1

Marcatori: 12′ Bremer, Sanchez 93'.

TORINO (3-4-2-1): Berisha; Djidji (dal 51′ Izzo), Bremer, Buongiorno (dal 77′ Rodirguez); Singo (dal 77′ Ansaldi), Lukic (dall’82’ Ricci), Mandragora, Vojvoda; Pobega, Brekalo; Belotti (dall’82’ Sanabria). All. Ivan Juric.

INTER (3-5-2): Handanovic; Skriniar, Ranocchia, Bastoni (dal 46′ Dimarco); Darmian, Barella, Vecino (dal 68′ Vidal), Calhanoglu (dal 76′ Correa), Perisic (dal 46′ Gosens); Lautaro (dal 68′ Sanchez), Dzeko. All. Simone Inzaghi.

Arbitro: Marco Guida di Torre Annunziata.

Ammoniti: Bastoni, Ranocchia, Bremer, Dimarco, Gosens, Barella.

facebooktwitterreddit