Welcome to World Class

La Top 11 di Welcome to World Class 2021

Matteo Baldini
WTWC
WTWC
facebooktwitterreddit

Il viaggio nel mondo dei fuoriclasse è senza dubbio complesso e pieno di insidie, soprattutto quando il compito di partenza è quello di individuare chi, davvero, possa fregiarsi di una simile definizione.

Un obiettivo ambizioso che passa dalla considerazione di criteri divisi per ruolo, aspetti che rendono un giocatore tra i migliori della sua specifica posizione: il risultato prende il nome di Welcome to World Class e raccoglie le top 5 di ognuno dei ruoli in cui, potenzialmente, possiamo raccogliere i vari campioni che popolano i campi dei principali campionati.

E poi ci si può spingere anche oltre, si può cioè scoprire chi siano "i migliori tra i migliori", raccogliendo i giocatori che - ad oggi - possono essere definiti i fuoriclasse più rappresentativi di un ruolo, quelli in grado di fare la differenza sia in assoluto che, ancor di più, in questo 2021 che si appresta a finire. Di conseguenza ecco la potenziale Top 11 dei fuoriclasse di ogni ruolo:

1. Manuel Neuer

Neuer
Neuer

Gli anni passano inesorabilmente ma per Neuer il discorso è meramente confinato alla carta d'identità: il miglior portiere al mondo resta il pilastro del Bayern Monaco.

Un calciatore in grado di rivoluzionare il proprio ruolo, difficile trovare un senso più adatto per il concetto di fuoriclasse, capace di tracciare un solco e di riprendersi dopo i rari momenti di appannamento.

2. Trent Alexander-Arnold

Alexander-Arnold
Alexander-Arnold

Come nel caso di Neuer è chiaro come sia fondamentale la capacità, del fuoriclasse considerato, di dare un senso nuovo a un determinato ruolo.

Un esterno basso di spinta, sì, ma anche un uomo chiave per Klopp e spesso un vero e proprio regista largo, che partecipa attivamente al gioco. Impressionane il contributo in fase offensiva: già 11 assist tra Premier e Champions nella stagione 2021/22. E siamo appena a dicembre.

3. Virgil van Dijk

Van Dijk
Van Dijk

L'infortunio che lo ha tenuto lontano dal campo per tutto il 2020/21, tra Liverpool e Nazionale olandese, ha reso sempre più chiaro quale sia il contributo del centrale, un perno irrinunciabile la cui assenza lascia un peso non sostituibile.

Dopo il grave infortunio è tornato protagonista, intenzionato a ribadire ancora una volta chi sia il miglior difensore centrale del mondo.

4. Giorgio Chiellini

Chiellini
Chiellini

Accanto a van Dijk, in questo fenomenale 4-3-3 con cui immaginiamo la Top 11 di W2WC, troviamo il nostro Giorgio Chiellini.

L'Europeo vissuto con l'Itala, fino alla vittoria finale a Wembley, ha dato ulteriore conferma della personalità ineguagliabile dell'esperto centrale, un concentrato di grinta, abilità difensive e di quella malizia che non guasta mai.

5. Andrew Robertson

Robertson
Robertson

Sono in tanti a contendergli il posto sulla corsia di sinistra, in giro per l'Europa, ma Robertson riesce a spiccare e ad avere la meglio bilanciando doti difensive e di spinta.

Macina chilometri sulla corsia mancina agli ordini di Klopp e mantiene sempre la giusta lucidità per fornire cross e un gran numero di assist ai compagni di squadra (già 5 in questa prima metà di stagione).

6. N'Golo Kanté

Kanté
Kanté

Un vero e proprio simbolo, più unico che raro, di crescita costante e di continuità: Kanté si è rivelato uno dei punti fermi del Chelsea in grado di far sua la Champions, motore inesauribile capace di fare un lavoro prezioso in ogni parte del campo.

Corsa, polmoni e intelligenza tattica ora al servizio di Tuchel, un giocatore che ogni squadra vorrebbe avere in rosa.

7. Marco Verratti

Verratti
Verratti

Ormai da 9 stagioni punto fermo di una corazzata del calibro del Paris Saint Germain, Verratti è salito sul tetto d'Europa con l'Italia e continua a rappresentare il prototipo della mezzala ideale per una squadra che tiene in mano il pallino del gioco.

Crea, cuce il gioco e impreziosisce ogni azione, riuscendo come pochi a leggere la singola partita e a dettare i giusti tempi.

8. Kevin De Bruyne

De Bruyne
De Bruyne

La tendenza a rimediare infortuni, che vanno a inficiare sulla continuità in campo, rappresenta il neo principale per un giocatore altrimenti perfetto.

Un centrocampista totale, in grado di fornire un numero impressionante di assist per i compagni e di creare occasioni a ripetizione. Il titolo di campione d'Inghilterra e la finale di Champions col City portano senz'altro sua firma ben impressa.

9. Mohamed Salah

Salah
Salah

Preferirlo in questo caso a Leo Messi potrebbe sembrare ad alcuni una bestemmia calcistica, soffermandosi però sul presente diventa clamoroso il rendimento dell'egiziano, un rendimento probabilmente mai abbastanza riconosciuto.

Una spina nel fianco per ogni difesa, con una percentuale realizzativa invidiabile e una rapidità con pochi eguali. In questa stagione ha già segnato 15 gol in Premier e 7 in Champions: c'è poco da aggiungere.

10. Robert Lewandowski

w2wc
w2wc

Rimane ancora forte il cruccio per il mancato Pallone d'Oro, un riconoscimento individuale che in tanti avrebbero voluto assegnare al polacco. Si tratta della proverbiale macchina da gol, un giocatore dalla continuità inarrivabile nonostante gli anni che passano.

Sta vivendo, poi, l'ennesima stagione da urlo: già 19 gol in Bundesliga e già 9 in Champions. Che l'appuntamento col Pallone d'Oro sia solo rinviato?

11. Kylian Mbappé

Mbappé
Mbappé

I suoi numeri in zona gol sono quelli del bomber di razza, al di là del ruolo in cui si trova ad agire, e la sua concretezza (lo dicono le statistiche) non fa che migliorare.

Si è ripreso con gli interessi dopo il rigore sbagliato a Euro 2020 e ha ancora il tempo dalla sua parte per rifarsi ulteriormente, al PSG o altrove così come nei Bleus.


Segui 90min su Instagram.

facebooktwitterreddit