Inter

Svelato il "complesso" contratto di Vidal con l'Inter

Andrea Gigante
Arturo Vidal
Arturo Vidal / CPS Images/GettyImages
facebooktwitterreddit

Nell'estate 2020, l'Inter ha voluto accontentare Antonio Conte portando in nerazzurro Arturo Vidal. Secondo il tecnico salentino, il cileno avrebbe dovuto svolgere un ruolo chiave nel suo centrocampo, ma i frequenti infortuni l'hanno reso solo una semplice comparsa nella cavalcata Scudetto.

Adesso il club interista si trova in gravi difficoltà economiche e la famiglia Zhang intende abbassare nettamente i 506 milioni di costi a cui fanno fronte ricavi per soli 255 milioni di euro (fonte: Calciomercato.com). Marotta e Ausilio si daranno da fare per eliminare gli esuberi dalla rosa e Arturo Vidal è uno dei possibili partenti.

Fino a poco fa c'è stato però un velo di mistero attorno al cileno. Infatti, dal momento della sua firma con l'Inter non sono mai stati resi noti stipendio e durata del contratto di King Arturo. Dall'ultimo bilancio è emerso che i nerazzurri l'hanno pagato 1.5 milioni dal Barcellona e che Vidal ha sottoscritto un triennale per un ingaggio complessivo da 21 milioni di euro (+ bonus scudetto che gli è stato già riconosciuto), spalmati in questo modo: 3 milioni nel 2020/21, 8,5 milioni nel 2021/22 e 9,5 milioni nel 2022/23.

Pertanto, se il cileno non dovesse partire entro le prossime due finestre di mercato, percepirà quasi 10 milioni di stipendio, una cifra che l'austerity nerazzurra non può permettersi. Ecco perché potrebbe giungere in soccorso dell'Inter una clausola presente nel contratto del centrocampista. Il club può infatti sciogliere unilateralmente l’accordo nel luglio del 2022, versando al calciatore 4 milioni di euro netti.

Se ciò avvenisse, i due anni di Vidal all'ombra del Duomo costerebbero al club interista un totale di 15.5 milioni di euro: un'affare economicamente dispendioso che però non ha portato i risultati sperati.


Segui 90min su Twitch.

facebooktwitterreddit