Serie A

Serie A 2021/22: il calendario delle squadre che lotteranno per la salvezza

Andrea Gigante
Serie A 2021/22
Serie A 2021/22 / Silvia Lore/Getty Images
facebooktwitterreddit

Il sorteggio del calendario della Serie A 2021/22 non è stato seguito con attenzione solo dalle big che lotteranno per lo Scudetto o un posto in Europa, ma anche da tutte quelle società che l'anno prossimo si ritroveranno a combattere per non retrocedere.

Nell'ultimo decennio ci siamo abituati a vedere una squadra (Juventus nove volte e Inter l'anno scorso) trionfare con parecchi turni d'anticipo, quindi la nostra attenzione ha iniziato a rivolgersi sempre più verso la parte destra della classifica, dove le sfide salvezza hanno dato qualche emozione in più (almeno ai tifosi neutrali).

Quello del 2021/22 sarà un campionato dal calendario asimmetrico, con l'ordine delle gare d'andata diverso rispetto a quello del ritorno. Si tratta di un'incognita che potrebbe sia favorire sia complicare il percorso delle squadre coinvolte nella sfida salvezza.

Ad esempio, l'Empoli sarà chiamato a un esordio di fuoco, con Lazio e Juventus nelle prime due gare stagionali e il confronto diretto col Venezia già alla 3ª giornata. Nemmeno un mese dopo, gli uomini di Andreazzoli si recheranno in Campania per vedersela con la Salernitana in un altro match già decisivo per la salvezza. Come abbiamo detto, le ultime partite sono sempre cruciali per stabilire chi retrocederà. Con l'Empoli la sorte non è stata benevola, dato che gli ultimi tre incontri vedranno i toscani affrontare Inter e Atalanta, con in mezzo la sfida al cardiopalma contro la Salernitana.

Nedim Bajrami
Empoli / Gabriele Maltinti/Getty Images

Restando in casa Salernitana, vediamo come anche l'avvio dei granata non sia dei migliori: esordio a Bologna, la Roma in casa, seguito dal Torino in trasferta e dall'Atalanta all'Arechi. Sarà importante per gli uomini di Castori raccogliere più punti possibili tra la 7ª e la 10ª giornata, quando la Salernitana dovrà giocare con Genoa, Spezia, Empoli e Venezia, prima di giocare il 'derby' (ora non più, con Lotito che si è fatto da parte come da regolamento) con la Lazio al 12° turno. Il finale di campionato sembra far sorridere i tifosi, con Cagliari, Empoli e Udinese nelle ultime tre uscite.

Per quanto riguarda la terza neopromossa, l'inizio del Venezia è singolare: per via dei lavori di ristrutturazione del Penzo, gli arancioverdi saranno infatti costretti a disputare le prime tre partite (Napoli, Udinese ed Empoli) in trasferta. La prima partita davanti al proprio pubblico potrebbe avvenire il 19 settembre, nel confronto diretto con lo Spezia. Osservando il resto del calendario dei lagunari, si nota una certa omogeneità con una buona proporzione tra match con le big e sfide salvezza.

Nonostante il bel gioco espresso l'anno scorso, lo Spezia ha raggiunto la salvezza matematica solo alla penultima di campionato. La partenza di Italiano potrebbe forse (ma speriamo di no per i tifosi spezzini) peggiorare la situazione dei liguri, trascinandoli in una lotta per non retrocedere ancora più agguerrita. Pronti, via e la squadra di Thiago Motta dovrà affrontare la delicata trasferta di Cagliari, seguita dalla sfida dell'Olimpico contro la Lazio. Attenzione poi al doppio derby ravvicinato con Samp e Genoa tra la 9ª e la 10ª giornata. Finale di stagione intenso, con Lazio, Atalanta, Udinese (trasferta) e Napoli nelle ultime quattro gare.

Non ce ne vogliano i tifosi friulani, ma finché non verranno rimpiazzati degnamente Musso e De Paul, annoveriamo anche l'Udinese tra le squadre coinvolte nella sfida salvezza. Dopo l'esordio shock con la Juventus, i ragazzi di Luca Gotti avranno a che fare con Venezia e Spezia, due gare importanti per il prosieguo della stagione. Molto morbide (o da brividi, dipende da come andrà la stagione) le sfide con Sassuolo, Spezia e Salernitana con le quali l'Udinese chiuderà la stagione.

Il campionato non è ancora iniziato, ma la Fiorentina ne ha già passate di cotte e di crude. L'addio di Franck Ribery, il discusso addio anticipato di Gennaro Gattuso e l'arrivo (anch'esso non senza polemiche) di Vincenzo Italiano potrebbero aver scosso l'intero ambiente Viola con conseguenze sullo sviluppo della stagione. La fortuna non sembra inoltre essere stata benevola con i toscani: con Roma, Torino, due trasferte a Bergamo e a Genova (contro i rossoblù) e l'Inter al Franchi, Vlahovic e compagni dovranno darsi da fare sin da subito per non ritrovarsi con l'acqua alla gola alla fine del campionato, quando giocheranno con Venezia, Salernitana (sfide decisive per la salvezza), Milan, Roma e Juve nelle ultime 6 partite.


Segui 90min su Telegram per rimanere aggiornato su tutte le ultime novità di Serie A.

facebooktwitterreddit