Mondiali 2022

Lo scenario peggiore e il migliore per l'Italia ai playoff di accesso ai Mondiali

Matteo Baldini
Vialli e Mancini
Vialli e Mancini / Claudio Villa/GettyImages
facebooktwitterreddit

L'euforia comprensibile per il trionfo di Wembley, un'impresa che appare a posteriori ancor più preziosa valutando il successivo cammino dell'Italia e le difficoltà emerse, non permetteva probabilmente di immaginare gli Azzurri incerti (fino a fine marzo 2022) di partecipare ai Mondiali in Qatar ma gli ultimi pareggi contro Svizzera e Irlanda del Nord hanno reso reale un epilogo temuto, un fantasma che ci saremmo evitati volentieri.

Diventa fine a se stesso, a questo punto, percorrere la strada dei rimpianti, del "cosa sarebbe successo se", e un necessario pragmatismo costringe gli Azzurri a raccogliere le energie, a ritrovare lo spirito della scorsa estate, per giocarsi poi tra il 24 e il 29 marzo l'obiettivo più importante, l'accesso a Qatar 2022.

Manuel Locatelli
Irlanda del Nord - Italia / Charles McQuillan/GettyImages

Occorre poi, non si può evitare, comprendere quanto il peso delle motivazioni e dell'aspetto mentale sappia diventare ancor più decisivo quando si parla di Nazionali: Euro 2020 ha detto tutto a riguardo, legando fortune sportive ed entusiasmo, risultati e coesione del gruppo oltre ogni ostacolo si ponesse sulla strada.

Al netto di un simile chiarimento è altrettanto evidente come, sulla carta e a priori, il percorso dei playoff che attenderanno l'Italia possa avere forme diverse e diversamente minacciose: la nuova formula presenta delle insidie in sé, non più un singolo avversario ma due da affrontare in gara secca e il rischio, soprattutto, di giocarsi la finale fuori casa.

Al contempo il novero delle squadre che prenderanno parte agli spareggi, che saranno dunque suddivise su tre gruppi di quattro squadre, non risparmia spauracchi: proviamo dunque a immaginare quale potrebbe essere lo scenario sulla carta più spaventoso e, al contempo, quello che a una prima occhiata spaventerebbe di meno.

Chi prenderà parte ai playoff

Quali saranno le squadre che prenderanno parte ai sorteggi per accedere a Qatar 2022? Le teste di serie saranno Italia, Scozia, Galles, Portogallo, Russia e Svezia mentre le non teste di serie saranno Austria, Repubblica Ceca, Macedonia del Nord, Polonia, Turchia e Ucraina. Il sorteggio in programma venerdì 26 novembre alle 17 prevede come detto la suddivisione in tre gironi da quattro squadre, ogni girone avrà al suo interno due teste di serie e due non teste di serie che si sfideranno in modo incrociato, in gara secca, in casa della squadra testa di serie.

La finale vedrà poi scontrarsi sempre in gara secca le due squadre uscite vincitrici dalle semifinali, ovviamente, e la sede della partita in questo caso sarà sorteggiata. Non mancano squadre di qualità sia tra le teste di serie che tra le non teste di serie, si sottolinea anzi la possibilità che una non testa di serie (formalmente) risulti alla fine più minacciosa di chi sulla carta viene categorizzato come tale.

Portugal v Serbia - 2022 FIFA World Cup Qualifier
CR7 / Zed Jameson/MB Media/GettyImages

Il percorso "peggiore" per l'Italia

Una curiosità non da poco riguarda la presenza tra le partecipanti ai playoff, alle dodici squadre che esprimeranno le ultime tre partecipanti europee a Qatar 2022, delle ultime due Nazionali vincitrici degli Europei, Portogallo e Italia. Una curiosità che si tramuta subito in spauracchio: finire in un girone coi lusitani di CR7 sembra il fantasma principale, così come capitare con la Polonia come non testa di serie con cui giocarsi l'accesso in finale. Un gruppo con Italia, Portogallo, Polonia e una qualsiasi altra non testa di serie sarebbe dunque il più insidioso sulla carta.

Il percorso "migliore" per l'Italia

Al contempo il percorso che a priori appare meno minaccioso vedrebbe sulla strada degli Azzurri di Mancini la Macedonia del Nord in semifinale: un gruppo con Italia e Galles come teste di serie e con Macedonia e Repubblica Ceca come non teste di serie potrebbe in linea teorica apparire benevolo, al netto però di tante valutazioni. Il sorteggio su chi giocherà in casa la finale avrà un ruolo fondamentale, ben superiore alle valutazioni fatte a monte, e come si è visto anche nello 0-0 di Belfast il sostegno del pubblico di casa può dare una spinta ulteriore anche a formazioni che, tecnicamente, potrebbero apparire superabili.

FBL-WC-2022-QUALIFIERS-ITA-BUL
Immobile e Chiesa / ALBERTO PIZZOLI/GettyImages

Impossibile prendere sottogamba ciascuna delle partecipanti ai playoff dunque: i percorsi delle varie Nazionali verso la qualificazione meritano rispetto così come, al contempo, nessuno meglio dell'Italia conosce i rischi di sentirsi già arrivati, di guardare dall'alto verso il basso, così come i vantaggi di giocarsi tutto da outsider.


Segui 90min su Twitch.

facebooktwitterreddit