Milan

Pioli: "Dobbiamo essere contenti. Avremmo dovuto servire Ibra più spesso"

Andrea Gigante
Stefano Pioli
Stefano Pioli / Anadolu Agency/GettyImages
facebooktwitterreddit

Termina 1-1 il Derby tra Milan e Inter. I rossoneri restano al primo posto, ma non riescono a superare il Napoli. Al termine della partita, ecco le dichiarazioni di Stefano Pioli ai microfoni di DAZN.

AC Milan vs FC Internazionale - Serie A
Pioli e Inzaghi / Anadolu Agency/GettyImages

Bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto?
"Certamente mezzo pieno. Quando prepari una partita hai l'obiettivo di vincere, soprattutto in una gara come il derby. È stata complicata, ma i miei giocatori hanno offerto come al solito una prestazione di grande spirito e sacrificio. Abbiamo sofferto un po' nel primo tempo, poi però siamo usciti meglio noi. Credo che alla fine la prestazione sia stata positiva. I nostri avversari erano forti, ma abbiamo dimostrato anche noi di esserlo".

Crescita rispetto all'ultimo derby
"Guardate la differenza d'età tra noi e l'Inter. Noi abbiamo approfittato di tutte le nostre tappe per portare a casa qualcosa e ora ci giochiamo le partite con maggior convinzione, con più forza e qualità. Quando affronti altre squadre forti qualche errore ci sta. L'importante è rimanere uniti e ancorati alle nostre idee. Siamo stati coraggiosi anche stasera. Qualche volta abbiamo fatto meglio noi, altre loro, ma - ripeto - è anche perché l'Inter ha grandi individualità".

Sulla prestazione di Ibrahimovic e Rebic
"Avremmo potuto cercare di più Zlatan. Abbiamo palleggiato bene, ma qualche volta avremmo potuto servirlo di più. Però siamo stati pericolosi, non abbiamo mai indietreggiato. Certo, abbiamo sofferto perché l'Inter è una squadra forte. Il recupero di Ante è importantissimo perché è un giocatore che sa strappare, sa aggredire e saltare l'avversario. Abbiamo bisogno di lui per far rifiatare Leao che finora ha giocato tutte e tre le partite ed era meno brillante del solito.

Una prestazione coraggiosa in attacco
"Siamo stati coraggiosi anche in difesa, visto che abbiamo accettato il 2vs2 con Dzeko e Lautaro prima e Correa e Sanchez poi. Abbiamo attaccato con tanti uomini, ma un mediano doveva rimanere perché abbiamo concesso qualche pallone in più. Abbiamo dimostrato grande volontà e voglia di portare a casa un risultato positivo. Se in Europa solo noi e il Napoli non siamo stati sconfitti in campionato, vuol dire che stiamo facendo bene.

Sulla maggiore profondità della rosa
"Sono molto contento, dobbiamo essere ambiziosi. Il club mi ha messo a disposizione un potenziale importante. Ora aspettiamo di recuperare Messias che ci darà una mano importante. Stasera ci mancavano Romagnoli e Theo, però sono entrati giocatori forti come Bakayoko, Kalulu, Bennacer e Saelemaekers. C'è bisogno di gente così perché le partite si risolvono anche coi cambi. Dobbiamo continuare a lavorare così se vogliamo raggiungere risultati importanti".


Segui 90min su Twitch.

facebooktwitterreddit