Juventus

Le pagelle della Juventus contro la Samp: Szczesny e Morata trascinano i bianconeri

Andrea Gigante
Sampdoria - Juventus
Sampdoria - Juventus / Getty Images/GettyImages
facebooktwitterreddit

Una Juventus corsara stende una Sampdoria coraggiosa. Al Ferraris finisce 1-3 per i bianconeri. Di seguito le pagelle degli ospiti.

UC Sampdoria v Juventus FC - Serie A
Alvaro Morata / Getty Images/GettyImages

Szczesny 7.5 - Si fa trovare pronto sulle conclusioni di Candreva e Sensi. Nella ripresa smonta ogni tentativo di rimonta dei blucerchiati neutralizzando un rigore;

Danilo 6.5 - Preciso nelle chiusure e puntuale nelle sovrapposizioni. Quando si tratta di gestire con calma, smista sempre il pallone con diligenza;

Rugani 6 - Di fronte ha un veterano come Quagliarella ma le gambe non gli tremano. Lo anticipa impedendogli di girarsi;

de Ligt 6 - Caputo lo impensierisce in più di un'occasione ma tutto sommato l'imponente centrale olandese passa una serata tranquilla;

Pellegrini 5.5 - Parte con grande convinzione, salvo poi tirarsi indietro quando la situazione diventa più complessa. Ogni tanto è irruento negli interventi (85' De Sciglio sv);

Locatelli 7 - Nel ruolo di mezzala ha la possibilità di farsi vedere in fase offensiva, dove mette a disposizione tutta la sua qualità. Dopo aver svolto un ruolo da palleggiatore, si veste da assistman mettendo il cross per il gol di Morata;

Arthur 6.5 - Ennesima grande partita da parte del brasiliano. Allegri gli affida la marcatura di Sensi e lo limita al meglio. Funge da metronomo per i bianconeri che accelerano solo quando lo dice lui;

Rabiot 5 - Probabilmente offrirà una cena a Szczesny perché il suo fallo di mano in area poteva dare il via alla rimonta della Samp (dal 75' Alex Sandro 6 - Gioca giusto il tempo per strappare la sufficienza);

Cuadrado 7 - Con il suo rasoterra propizia l'autogol di Yoshida. Il colombiano è sempre una spina del fianco con la sua velocità e non disdegna nemmeno i ripiegamenti difensivi;

Kean 6.5 - Inizia un po' in sordina ma si procura il rigore del 2-0 e svolge un lavoro determinante per far salire i compagni. A suo agio nelle vesti del centravanti (dal 65' Vlahovic 6 - Entra in un momento delicato; prova a fare qualche movimento ma viene servito poco);

Morata 8 - Lo spagnolo si è adattato alla perfezione all'inedito ruolo di ala destra che Allegri gli ha cucito addosso. Al Marassi non ha offerto solo la solita prestazione di sacrificio, ma ha mostrato grande lucidità anche in fase offensiva. Freddo nello spiazzare Falcone dal dischetto e nel bucarlo in occasione del gol del 3-1.


Segui 90min su Instagram.

facebooktwitterreddit