Serie A

Quali sono state le migliori partenze in Serie A dopo 8 giornate?

Matteo Baldini
Spalletti e Sarri
Spalletti e Sarri / Pacific Press/GettyImages
facebooktwitterreddit

Chi ben comincia è a metà dell'opera? Nel calcio non è scontato che sia così, considerando una storia ricca di rimonte clamorose e tracolli altrettanto inaspettati, ma è evidente che un avvio in grande stile possa dare un pesante contributo di sicurezza e morale.

E non si può negare che il Napoli stia vivendo un vero e proprio idillio, un percorso netto che vede i partenopei a punteggio pieno dopo 8 giornate: solo vittorie per gli uomini di Spalletti con 19 gol fatti e solo 3 subiti fin qui in Serie A.

Vediamo, nella storia del campionato italiano, quali sono le altre squadre che insieme al Napoli hanno dato vita ad avvii di stagione eccezionali dopo lo stesso numero di giornate: un'analisi a ritroso che ci permette di vedere come, dopo 8 vittorie consecutive in avvio, la Juve sia riuscita sistematicamente ad arrivare al titolo (30/31, 85/86 e 18/19) mentre la stessa sorte non è poi capitata a Roma e Napoli, altre squadre protagoniste di questa speciale classifica.

1. Napoli 2017/18

Maurizio Sarri
Maurizio Sarri / Giuseppe Bellini/GettyImages

Non occorre allontanarci troppo né geograficamente né pensando al tempo trascorso: anche il Napoli di Sarri, infatti, si rese protagonista di una partenza impressionante. Nella stagione 2017/18, l'ultima con Sarri in panchina, i partenopei conquistarono 8 successi su 8 partite in avvio, registrando il ragguardevole numero di 26 gol fatti e 5 subiti.

Gli azzurri, curiosamente, impattarono alla nona giornata contro l'Inter allenata proprio da quello Spalletti che ora confida di migliorare lo stesso record. Il Napoli arrivò poi secondo, dietro alla Juve, potendo comunque vantare il record di punti fatti nella storia del club azzurro.

2. Roma 2013/14

Mattia Destro, Rudi Garcia, Gervinho
La Roma di Garcia / Paolo Bruno/GettyImages

Partenza straordinaria anche per la Roma 2013/14, targata Rudi Garcia, che peraltro non si fermò a 8 e riuscì ad aggiungere altri 2 successi all'impressionante striscia positiva. Nelle prime 8 giornate la formazione giallorossa riuscì a farsi forte di una difesa granitica, marchio di fabbrica del primo Garcia della Capitale: appena un gol subito a fronte dei 22 segnati.

A fine stagione, proprio come il Napoli di Sarri, quella Roma non riuscì comunque a vincere e arrivò seconda alle spalle della Juve di Conte.

3. Juventus 1930/31

Carlo Parola, Piccinina
Juventus / Federico Patellani/GettyImages

Si trattava del secondo campionato a girone unico di Serie A, il primo lo vinse l'Ambrosiana, e i bianconeri guidati da Carlo Carcano riuscirono a ottenere il successo finale, il primo di una lunga striscia, anche grazie a una partenza bruciante, con 8 vittorie in altrettante partite (22 gol fatti, 6 subiti).

I bianconeri si imposero su Pro Patria, Milan, Casale, Pro Vercelli, Roma, Genoa, Alessandria e Legnano prima di cedere, alla nona giornata, contro il Napoli (2-1 per i partenopei).

4. Napoli 2021/22

Victor Osimhen
Esulta Osimhen / Francesco Pecoraro/GettyImages

Siamo alla stretta attualità e al Napoli targato Luciano Spalletti, tuttora primo in solitaria in Serie A con una striscia di 8 successi consecutivi.

La vittoria di misura sul Torino, targata Osimhen, fa dunque da ulteriore ciliegina sulla torta dopo i successi ottenuti contro Venezia, Genoa, Juventus, Udinese, Sampdoria, Cagliari e Fiorentina, con 19 gol fatti e 3 subiti.

5. Juventus 2018/19

Cuadrado, CR7 e Allegri
La Juve 2018/19 / ISABELLA BONOTTO/GettyImages

La prima Juventus di Cristiano Ronaldo, l'ultima con Allegri in panchina prima del recente ritorno, si contraddistinse per un avvio bruciante in Serie A come in Champions. Al netto di un CR7 che impiegò qualche settimana per ingranare, in gol solo col Sassuolo alla quarta giornata, quella Juve ottenne 8 vittorie in altrettante partite con 18 gol fatti e 5 subiti.

Una striscia interrotta poi dal pareggio 1-1 gol Genoa alla nona giornata. A fine stagione i bianconeri ottennero il successo in Serie A con 11 punti di vantaggio sul Napoli secondo.

6. Juventus 1985/86

Michael Laudrup
Laudrup in bianconero / Alessandro Sabattini/GettyImages

Rimaniamo in casa bianconera ma andiamo indietro nel tempo, a 36 anni fa, per trovare la Juventus di Trapattoni: erano i bianconeri di Cabrini, Scirea e Platini, squadra che nel 1985/86 conquistò lo Scudetto con 4 punti di vantaggio sulla Roma.

Il successo arrivò anche grazie all'ottimo avvio di stagione: nelle prime 8 partite arrivarono altrettante vittorie, con 16 gol fatti e 3 subiti. La striscia positiva si interruppe alla nona giornata contro il Napoli di Maradona: decisivo proprio il gol del fuoriclasse argentino nello stadio he oggi porta il suo nome.


Segui 90min su Twitch.

facebooktwitterreddit