Juventus

Lindsell Train, secondo socio della Juve: "Viviamo il nostro peggior periodo"

Matteo Baldini
Juve
Juve / MARCO BERTORELLO/GettyImages
facebooktwitterreddit

L'attualità vede tornare prepotentemente al centro tutto ciò che riguarda la Juve anche al di là del campo, è del resto l'effetto dell'inchiesta Prisma e del timore conseguente di possibili effetti più o meno pesanti sul club bianconero.

Appaiono dunque d'interesse le parole del secondo socio bianconero, Nick Train, in merito al fondo d'investimento Lindsell Train Investment Trust Plc che, dall'inizio della sua attività, sta attraversando un periodo complesso, il più difficile. Si tratta del secondo maggior azionista della Juve, con una quota dell'11,3%, e Nick Train si è espresso così: "Non farò previsioni irriverenti o compiacenti sulle prospettive di Lindsell Train Limited, poiché stiamo probabilmente vivendo il peggior periodo di performance relativa degli investimenti nei nostri 20 anni di storia" riporta Bloomberg.

Train, cofondatore del fondo con Michael Lindsell, ha comunque provato a dare segni più incoraggianti pensando a lungo termine: "Proteggere il valore a lungo termine dei risparmi, dopo gli effetti dell’inflazione e delle tasse non è una sfida banale. È davvero una battaglia e sebbene sia inevitabile correre qualche rischio in battaglia, è meglio non correre rischi frivoli o indugiare in quello che può essere un comportamento a perdere a lungo termine. Perché così si corre il rischio della sconfitta" riporta Calcio e Finanza. Secondo i dati Bloomberg le attività del fondo, socio anche del Manchester United, si sarebbero ridotte, dalla fine di giugno, di oltre 1 miliardo di sterline (rispetto ai 9 miliardi raggiunti in quel periodo).


Segui 90min su Twitch.

facebooktwitterreddit