Juventus

La Juventus e la rimonta Scudetto: cosa dicono i precedenti in Serie A

Matteo Baldini
Esultanza bianconera
Esultanza bianconera / Gabriele Maltinti/GettyImages
facebooktwitterreddit

La striscia positiva della Juventus, costituita da tredici risultati utili consecutivi e arricchita dalla vittoria di Empoli, si unisce all'incapacità delle prime della classe di allungare e di avviare una fuga, evenienza non sfruttata dall'Inter e successivamente dal Milan.

La seconda giornata consecutiva senza successi delle milanesi, assieme al ritorno ai tre punti dei bianconeri, apre teorici scenari che apparivano ormai preclusi per la Juventus, non solo in ottica Champions League.

Allegri ha messo le mani avanti sul discorso Scudetto ma, anche dal di là della storica rimonta della stagione 2015/16 partita ben più da lontano, proviamo ad addentrarci nei precedenti in Serie A nei campionati dal 94/95 (cioè coi tre punti per la vittoria) per comprendere quante volte siano riuscite rimonte Scudetto affini a quella che servirebbe ai bianconeri. Il tutto considerando come la Juve sia ora a meno sette dalla vetta, punti che sarebbero però otto in caso di successo dell'Inter nel recupero di Bologna.

Massimiliano Allegri
Allegri a Empoli / Gabriele Maltinti/GettyImages

Serie A a 18 squadre

Dal 94/95 al 97/98 chi si trovava in testa alla ventisettesima giornata ha poi conquistato il titolo, sono dunque stagioni che non aiutano l'analisi, mentre l'annata 1998/99 vide il Milan rimontare sulla Lazio, coi biancocelesti che alla ventisettesima giornata si trovavano primi con sette punti sul Milan poi campione (terzo in quel momento).

I rossoneri di Zaccheroni spiccarono il volo proprio dopo quel turno di campionato, resta però da sottolineare come la Serie A fosse ancora a diciotto squadre e non, come attualmente, a venti. Anche la stagione 99/00 regalò una rimonta: la Lazio riuscì a recuperare sei punti sulla Juventus tra la ventisettesima e la trentaquattresima giornata, arrivando a conquistare lo Scudetto in extremis.

La Juventus stessa si rese protagonista di un sorpasso nel 2001/02, andando a conquistare lo Scudetto pur trovandosi a meno uno rispetto alla coppia Inter-Roma alla ventisettesima giornata. Fu la stagione del celeberrimo 5 maggio come disastro nerazzurro, con la Juve in grado di recuperare ben sei punti tra la ventinovesima e la trentaquattresima e ultima giornata.

Alberto Zaccheroni
Zaccheroni e lo Scudetto al Milan / Getty Images/GettyImages

Serie A a 20 squadre

Dopo il passaggio alla Serie A a venti squadre, dalla stagione 2004/05, per trovare la prima rimonta Scudetto (a partire dalla ventisettesima giornata) occorre arrivare proprio alla Juventus e al ciclo Conte: nel 2011/12 i bianconeri riuscirono a rimontare sul Milan, ottenendo il titolo partendo da meno quattro quando mancavano undici giornate al termine.

Proprio questo rimane l'unico esempio di squadra in grado di vincere lo Scudetto senza trovarsi in testa alla ventisettesima giornata di Serie A, peraltro con un numero minore di punti da rimontare rispetto alla Juve attuale (quattro anziché sette/otto) e un minor numero di squadre che precedevano gli uomini allora di Conte rispetto alla situazione odierna.

Antonio Conte
L'avvio del ciclo Conte / Valerio Pennicino/GettyImages

Il verdetto

I campionati a venti squadre, dunque la storia più recente, ci raccontano come una rimonta partendo da meno sette alla ventisettesima giornata sia da ritenere utopistica, un caso unico dunque, ma occorre comunque registrare la presenza (in passato) di rimonte condotte con successo in un lasso di tempo ancora minore e, al contempo, un rendimento oggi troppo discontinuo per sancire ora una vera fuga di chi precede la Juve.

Il tutto considerando anche il calendario della stagione in corso e gli scontri diretti: tanto dipenderà, in sostanza, da come la Juventus arriverà alla sfida con l'Inter della trentunesima giornata, con un occhio di riguardo ai risultati dei nerazzurri, del Milan e del Napoli da qui all'inizio di aprile (quando andrà in scena appunto, Juve-Inter).


Segui 90min su Instagram.

facebooktwitterreddit