Fiorentina

I 5 regali che la Fiorentina avrebbe voluto ricevere per Natale

Matteo Baldini
Dusan Vlahovic
Dusan Vlahovic / Ciancaphoto Studio/GettyImages
facebooktwitterreddit

La situazione vissuta attualmente dalla Fiorentina è tutto sommato rosea, al di là degli ultimi pareggi, e vede la squadra di Italiano esprimere un gioco convincente, arrivando in piena corsa per un posto in Europa dopo stagioni di tutt'altro tenore.

Tirare in ballo rimpianti o recriminazioni appare dunque una forzatura, è giusto sottolinearlo, ma al contempo ci sono aspetti che i viola avrebbero voluto andassero diversamente: dalla presenza di Commisso in città ad alcune valutazioni di mercato, fino al grande rimpianto legato al rinnovo mancato di Vlahovic. Ecco i regali che il club gigliato avrebbe voluto trovare sotto l'albero per Natale.

1. Commisso più presente

Rocco Commisso
Rocco Commisso / Gabriele Maltinti/GettyImages

Non si tratta ovviamente di dare responsabilità al patron viola per una presenza ridotta: Commisso era anche tornato in Italia, in effetti, salvo poi veder tramontare l'auspicio di passare qui il Natale a causa di problemi di salute.

Al di là del lavoro fatto dal braccio destro Barone è evidente che un Commisso più presente rappresenti una mano provvidenziale anche e soprattutto per gestire casi delicati come quello relativo a Dusan Vlahovic.

2. Un vice Vlahovic affidabile

Aleksandr Kokorin
Aleksandr Kokorin / Gabriele Maltinti/GettyImages

La Fiorentina ha fin qui viaggiato sicura sulle spalle del suo centravanti, capocannoniere in Serie A e capace di macinare record a ogni partita in viola.

Diventa però chiaro come, alle spalle di Vlahovic, il solo Kokorin non basti per dormire sonni tranquilli: ai viola avrebbe fatto comodo un rincalzo d'esperienza, una prima punta utile per far rifiatare Vlahovic quando necessario (fin qui, per fortuna, quasi mai).

3. Un quinto esterno offensivo

Vincenzo Italiano
Vincenzo Italiano / Ivan Romano/GettyImages

La società ha tendenzialmente raccolto gli inviti di Italiano ma, pensando alla richiesta di avere cinque esterni offensivi in rosa, si è fatta trovare impreparata in estate.

Pradè e gli uomini mercato stanno ovviando con Ikoné, un bel colpo sulla carta, ma già in estate sarebbe potuto servire un ulteriore colpo in quella zona del campo, per dare una soluzione diversa al tecnico.

4. Il rinnovo di Vlahovic

Dusan Vlahovic
Dusan Vlahovic / Ciancaphoto Studio/GettyImages

Siamo qui nel campo delle utopie più audaci ma è ovvio che, chiedendoci cosa avrebbe desiderato più di ogni altra cosa la Fiorentina, il rinnovo di Vlahovic sia la risposta più corretta.

Nonostante l'offerta senza precedenti nella storia viola, però, gli agenti e il giocatore hanno risposto picche e il futuro del serbo sarà altrove, probabilmente a partire dalla prossima estate.

5. I gol dei centrocampisti

Alfred Duncan
Alfred Duncan / Gabriele Maltinti/GettyImages

La dipendenza della Fiorentina da Vlahovic in fase realizzativa è evidente, lo dicono i numeri: 16 i gol del serbo, 34 quelli totali dei viola.

In questo senso sarebbero stati utili più gol dei centrocampisti, giocatori che hanno la rete nelle loro corde: fin qui Bonaventura e Maleh sono a quota 2, Castrovilli si è sbloccato a Verona e Duncan ha segnato contro il Milan ma entrambi possono fare di più. Il tutto, magari, contando anche sul recupero di Pulgar e sui suoi calci piazzati.


Segui 90min su Instagram.

facebooktwitterreddit