Follia e protesta a Parigi: insulto razzista del quarto uomo, PSG-Basaksehir sospesa

Matteo Baldini
PSG - Basaksheir
PSG - Basaksheir / FRANCK FIFE/Getty Images
facebooktwitterreddit

Situazione più unica che rara a Parigi, durante la sfida di Champions League tra i padroni di casa del Paris Saint Germain ed il Basaksehir, valida per il gruppo H.

Le due squadre hanno abbandonato il campo dopo una sospensione di circa 10 minuti, una forma di protesta clamorosa dovuta a un episodio avvenuto a bordocampo e denunciato da Demba Ba. L'attaccante del club turco ha accusato il quarto uomo di aver usato epiteti discriminatori, espressioni di fatto razziste, per indicare Pierre Webo (definito nello specifico "quello nero").

Il direttore di gara, Hategan, ha provato a placare gli animi ma la situazione ormai era sfuggita di mano e la partita è stata dunque sospesa. Le due squadre potrebbero tornare in campo, è possibile che il quarto uomo venga sostituito con l'addetto al VAR, ma il club turco non ha ancora accettato di riprendere le ostilità dopo l'accaduto. Il Basaksehir, dal canto proprio, ha reagito per via ufficiale attraverso un tweet: "No to racism".


Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo della Serie A!

facebooktwitterreddit