Serie A

Le (rare) volte in cui la Fiorentina era avanti alla Juve prima dello scontro diretto

Matteo Baldini
Bernardeschi in viola
Bernardeschi in viola / Valerio Pennicino/GettyImages
facebooktwitterreddit

La prossima giornata di Serie A regalerà, tra le altre sfide ricche d'interesse, anche una Juventus-Fiorentina che, notoriamente, rappresenta agli occhi dei tifosi viola un appuntamento dal sapore speciale, una sorta di Davide contro Golia che consegna un gusto del tutto particolare quando gli esiti sono quelli sperati.

Ed è evidente come le affermazioni gigliate contro i bianconeri, ancor più se in trasferta, abbiano un posto nei ricordi dei tifosi, un impatto ben impresso e incancellabile, così come è chiaro che - considerati il blasone e la storia sportiva dei due club - sia poco comune l'evenienza di uno scontro tra Juve e Fiorentina coi viola che (come quest'anno) occupano una posizione migliore di classifica rispetto ai rivali. In questo caso, parlando della stagione 2021/22, la Fiorentina si trova a 18 punti frutto di 6 vittorie e 4 sconfitte mentre i bianconeri hanno raccolto un bottino di 15 punti, con 4 vittorie, 3 pareggi e 4 sconfitte.

Vediamo dunque i rarissimi precedenti che hanno trovato la Fiorentina, allo scontro diretto, avanti in classifica rispetto alla Juve (nell'era dei 3 punti a vittoria, dunque dal 1994/95 in poi).

1. 1995/96

Francesco Baiano of Fiorentina
Fiorentina 1995/96 / Getty Images/GettyImages

Il 1995/96 rappresenta senz'altro un anno speciale nei ricordi dei tifosi viola, la conquista della Coppa Italia e il terzo posto in campionato sancirono un grande ritorno dopo anni più difficili, con una precedente annata di assestamento dopo il ritorno in Serie A.

Era la Fiorentina di Ranieri, con in campo campioni del calibro di Toldo, Rui Costa e Batistuta: quando i viola incontrarono la Juve per la prima volta, in quella stagione, sopravanzavano i bianconeri di ben 4 punti prima delle scontro diretto. La Juve di Lippi ebbe poi la meglio al Delle Alpi per 1-0, con gol di Alessandro Del Piero. I bianconeri, in quella stagione, arrivarono secondi in Serie A e trionfarono in Champions League, ai rigori, nella finale contro l'Ajax.

2. 1998/99

Gabriel Batistuta
Gabriel Batistuta / Getty Images/GettyImages

Un'altra stagione rimasta assolutamente impressa nella mente di chi seguiva la Fiorentina, quella con Trapattoni alla guida che dominò il girone d'andata salvo poi fare i conti con l'infortunio di Batistuta e un ritorno non all'altezza.

In quella stagione la prima sfida tra Fiorentina e Juventus si disputò al Franchi e andò in scena alla tredicesima giornata: i viola erano al primo posto, con 25 punti, mentre la Juve di Lippi aveva collezionato fin lì 18 punti. La sfida, giocata nel dicembre del '98, regalò il successo ai viola con firma d'autore: la decise Batistuta, di testa, per l'1-0 definitivo. A fine stagione la Fiorentina si classificò terza, coi bianconeri al sesto posto (e a 2 punti dai viola).

3. 2015/16

Paulo Sousa, Nikola Kalinic
Kalinic e Sousa / Gabriele Maltinti/GettyImages

La stagione 2015/16, la prima con Sousa in panchina dopo la fine dell'era Montella, conserva un sapore agrodolce dal punto di vista gigliato: l'avvio di campionato lasciava immaginare scenari insperati, con un primo posto alla tredicesima giornata e un tracollo nel girone di ritorno (complice un mercato invernale deludente).

La squadra viola trovò la Juve alla sedicesima giornata di Serie A, la formazione di Sousa precedeva quella di Allegri di ben 5 punti prima di quella sfida, punti che divennero però 2 a fine partita, considerando il 3-1 con cui i bianconeri ebbero la meglio (gol di Cuadrado, Mandzukic e Dybala). Era la Juve che, partita male in campionato, si stava risollevando e stava dando vita alla rimonta clamorosa che la portò poi a ribadire la supremazia in Serie A.


Segui 90min su Twitch.

facebooktwitterreddit