eSports

FIFA vs PES: quale sarà il miglior videogioco calcistico del 2021/22?

Andrea Gigante
Anche quest'anno si propone il solito dilemma
Anche quest'anno si propone il solito dilemma / SOPA Images/Getty Images
facebooktwitterreddit

Quando arrivano gli ultimi giorni di luglio ti assale un senso di inquietudine, una sorta di spaesamento. Sei incerto, perplesso e cerchi la risposta ai tuoi dubbi consultando decine e decine di articoli online e guardando video di Youtuber improbabili nel cuore della notte. La domanda è la stessa ogni anno:

Ma quest'anno prendo FIFA o PES?

Partiamo da un presupposto: ormai parlare di PES è sbagliato: Konami ha infatti annunciato che l'amato Pro Evolution Soccer cambierà nome e diventerà eFootball. Quindi, è sbagliato anche il titolo di questo articolo, ma su questo sorvoliamo.

Tuttavia, mai come quest'anno l'eterna lotta tra FIFA e PE...eFootball sembra accesissima. Con il restyling del proprio gioco, la software house nipponica sembra intenzionata a dichiarare guerra aperta ai colleghi canadesi della Electronic Arts.

Dato che, come abbiamo detto, in questi giorni ti starai spulciando decine di articoli per analizzare caratteristiche, costi e date di uscita dei giochi, ci abbiamo pensato noi di 90min a effettuare un confronto tra eFootball e FIFA 22. Ovviamente, non siamo così presuntuosi da pontificare se sia meglio l'uno o l'altro: noi li paragoniamo, poi scegli tu.

Le novità di eFootball e FIFA 22

La neonata eFootball porta con sé la più grande novità del panorama eSportivo 2022. Il gioco nato sulle ceneri di PES sarà infatti free to play. Sì, avete capito bene: eFootball è gratis. Con questa mossa tanto azzardata quanto interessante, Konami intende rubare al competitor una grande fetta di utenti. A questo punto vi chiederete: "Ma come fanno a guadagnarci?". Avete ragione a domandarvelo e vi rispondiamo con due parole: micro transazioni. eFootball sarà sì gratis, ma per pagare DLC esclusivi o aggiornati bisogna pagare. Pochi euro, ma bisogna pagare.

La seconda innovazione apportata da eFootball nasce dalla volontà di abbattere i muri tra le piattaforme. Konami ha infatti annunciato che il suo gioco cross-platform: una novità che permetterà a tutti i giocatori di affrontarsi indipendentemente dalla console di cui dispongono, sia essa next-gen o mobile.

La grande esclusiva di FIFA 22 può invece racchiudersi tutta nell'HyperMotion. Questa tecnica innovativa nasce da una consapevolezza: le movenze dei giocatori non sono sempre uguali, cambiano in base alla posizione del pallone e non sempre risultano aggraziate. Il non-bello è la chiave di Electronic Arts per conseguire il realismo. Ma come si registrano dei movimenti il più naturali possibili? Semplice, facendo indossare a 22 calciatori delle speciali tutine nere e registrandone le mosse durante una normale partita. I dati evinti da quest'analisi molto particolare vengono dati in pasto a un algoritmo di apprendimento automatico che li elabora e li inserisce nel gioco. Il risultato sarà il cosiddetto "realismo calcistico organico".

Konami non sta di certo a guardare e all'HyperMotion risponde con il Motion Matching che è...essenzialmente la stessa cosa. Allo stesso modo del sistema dei cugini, anche eFootball dispone un sistema di animazioni che offre all'utente movimenti più fluidi e realistici dei giocatori.

I vantaggi di FIFA 22 su eFootball

Da come ne abbiamo parlato finora, sembra quasi che eFootball sia una macchina da guerra e che FIFA sia ormai obsoleto. Lungi da noi affermare una cosa simile. Il videogioco di EA parte infatti avvantaggiato rispetto al proprio competitor. FIFA 22 può ancora contare su una community di giocatori molto solida, su un gameplay più bilanciato rispetto all'anno passato e soprattutto su Ultimate Team, una modalità di gioco che negli ultimi anni Konami ha provato a imitare ottenendo però solo dei deludenti scimmiottamenti.

Le licenze di eFootball e FIFA 22

Determinanti nella scelta di ognuno di noi saranno le licenze e le esclusive che FIFA 22 e eFootball metteranno sul piatto per spartirsi i videogiocatori di tutto il mondo. Partendo dalla nostra Serie A, EA gode ancora della partnership con Inter e Milan, ma nel suo videogioco mancheranno ancora Juventus, Roma, Lazio e Atalanta (alle quali si aggiungerà il Napoli nel 2023) che sono invece una prerogativa di eFootball. Inoltre, Konami ha siglato in questi giorni un accordo con la Lega Serie B per i diritti del campionato cadetto.

A livello internazionale, eFootball conferma anche gli accordi con big europee del calibro di Barcellona, Bayern Monaco, Arsenal, Manchester United, ma anche di top team extra-europei come River Plate, Boca Juniors, Flamengo, Zenit e tanti altri. Tuttavia, su FIFA 22 ci saranno ancora loghi, stadi, palloni e simboli di Premier League, Bundesliga, LaLiga, Ligue 1, MLS, Eredivisie, nonché quelli di Champions ed Europa League e della Copa Libertadores.

Costi e uscita di eFootball e FIFA 22

L’uscita di FIFA 22 è fissata per venerdì 1° ottobre 2021 e sarà disponibile per PlayStation 4 e 5, XBOX Series X e One, PC e su Switch in Legacy Edition. Il costo del gioco va dai 49.99€ (69.99€ senza preordine) ai 99.99€ dell'Ultimate Edition.

Per quanto riguarda eFootball non si conosce ancora una data di lancio precisa; sui propri canali Konami parla di "inizio autunno", quindi è da pensare che il gioco esca verso fine settembre, magari una settimana prima rispetto il competitor. Come abbiamo detto, eFootball è gratis, ma c'è da vedere quanto costerà installare i nuovi contenuti.


Segui 90min su Instagram e Twitch!

facebooktwitterreddit