Europeo Femminile

L'islandese Atladóttir: "Forza, tecnica e talento per superare la Francia"

Sif Atladottir
Sif Atladottir / James Gill - Danehouse/GettyImages
facebooktwitterreddit

L'impegno contro la Francia, nell'ultima giornata dei gironi dell'Europeo Femminile ha un sapore speciale per l'Islanda, in corsa per un posto ai quarti e per il momento avvantaggiata rispetto all'Italia. Le Azzurre devono confidare nel mancato successo delle islandesi e, al contempo, non hanno risultati utili se non il successo col Belgio: l'Islanda però, come rivelato in esclusiva dall'esperta Sif Atladóttir alla nostra redazione francese, non ha certo intenzione di darsi per vinta contro le più quotate avversarie (già sicure del primo posto nel gruppo D).

Queste le parole della classe '85, innanzitutto a sottolineare le qualità delle rivali odierne: "Penso che la Francia e le squadre francesi di club siano rapide e fisiche, hanno un buon controllo di palla, una buona organizzazione. Il calcio francese occupa una posizione di primo piano nel calcio femminile, Lione e PSG sono in cima al momento. Hanno investito nel calcio femminile e si può vedere nel livello delle giocatrici, sono sia tecniche che fisiche".

Come potrete impensierire la Francia?
"Penso che a livello di gioco la Francia abbia qualcosa in più ed è normale, noi siamo una realtà più piccola, ma d'altro canto noi siamo sempre state presenti a livello difensivo, una squadra difficile da battere. Contro squadre del genere ogni errore viene punito, com'è successo negli scorsi Europei. Si tratta di una sfida tra una squadra che vuole tenere palla e la nostra buona difesa. La nostra giovane generazione è migliore tecnicamente, le giocatrici partite per giocare all'estero hanno appreso più in fretta, acquisendo intelligenza. La chiave sarà utilizzare forza, tecnica e talento delle più giovani, sarà una partita divertente da giocare".

facebooktwitterreddit