Serie A

I 28 calciatori che hanno segnato 4 gol in una partita di Serie A

Matteo Baldini
Chi ha segnato 4 gol in una partita di Serie A?
Chi ha segnato 4 gol in una partita di Serie A? / 90min Italia
facebooktwitterreddit

Quando si parla di poker è logico che la mente di tanti vada a fumosi salotti e notti all'insegna dell'azzardo, in cui ci si gioca tutto, ma i calciofili sanno quanto il poker rappresenti anche una sorta di chimera, un sogno che pochi giocatori (anche i bomber più implacabili) hanno occasione di realizzare nel corso di una carriera intera.

Segnare 4 gol in una sola partita, in sostanza, è un evento che di per sé fa scalpore e che reclama immediatamente un posto tra le statistiche da ricordare, quelle che difficilmente verranno spazzate via dal tempo. L'exploit del Cholito Giovanni Simeone in Verona-Lazio, 4 reti appunto tra il 30' e il 90', aggiunge un nuovo membro a questa élite di giocatori capaci non solo di portarsi il pallone a casa ma di aggiungere quel tocco in più a impreziosire una partita già perfetta.

Ecco dunque, tra leggende e meteore piuttosto estemporanee, i giocatori in grado di segnare 4 gol in una sola partita di Serie A: non manca chi è riuscito persino a concedere il bis.

Simone Colombi, Cristiano Ronaldo, Leonardo Bonucci, Alex Sandro
Il pallone in rete / Jonathan Moscrop/GettyImages

Ancora in attività

Passando in rassegna i giocatori ancora in attività capaci di segnare 4 gol in una sola partita di Serie A succede di vivere una sorta di amarcord, un percorso a ritroso che ci permette anche di scoprire come sono nate ed esplose realtà ora solide del calcio (italiano sì ma anche internazionale).

Scopriamo dunque un Alexis Sanchez portato in trionfo dai compagni dopo un poker rifilato al Palermo, poco prima di spiccare il volo verso il Barcellona, così come scopriamo un Mauro Icardi in grado di raddoppiare la gioia di un poker: prima con la maglia della Samp, col Pescara, e poi proprio contro gli stessi blucerchiati nel perentorio 5-0 dell'Inter a Marassi nel 2017/18.

Troviamo anche un Berardi appena ventenne capace di rifilarne quattro al Milan nel 2013/14, primo anno in Serie A del Sassuolo e una delle migliori stagioni dello stesso attaccante divenuto una bandiera dei neroverdi.

Al contempo non sorprende scoprire nella lista delle vere e proprie certezze in fatto di gol messi a segno: Duvan Zapata, prima dell'exploit del Cholito, era stato l'ultimo a concedersi un poker (in Frosinone-Atalanta), mentre due attaccanti prolifici come Mertens e Immobile si sono presi di diritto un posto in questa speciale classifica grazie ai gol siglati rispettivamente contro il Torino e contro la SPAL.

1. Giovanni Simeone (Verona-Lazio 4-1, 2021)

Giovanni Simeone
Giovanni SImeone / CPS Images/GettyImages

2. Duvan Zapata (Frosinone-Atalanta 0-5, 2019)

Duvan Zapata
Duvan Zapata / Paolo Bruno/GettyImages

3. Ciro Immobile (Spal-Lazio 2-5, 2018)

Ciro Immobile
Ciro Immobile / Silvia Lore/GettyImages

4. Dries Mertens (Napoli-Torino 5-3, 2016)

Dries Mertens
Dries Mertens / Francesco Pecoraro/GettyImages

5. Domenico Berardi (Sassuolo-Milan 4-3, 2014)

Domenico Berardi
Domenico Berardi / Claudio Villa/GettyImages

6. Mauro Icardi (Samp-Inter 0-5, 2018 e Samp-Pescara 6-0, 2013)

Mauro Emanuel Icardi
Mauro Icardi / Valerio Pennicino/GettyImages

7. Alexis Sanchez (Palermo-Udinese 0-7, 2011)

Alexis Sanchez
Alexis Sanchez / Tullio M. Puglia/GettyImages

Gli anni 2000

La possibilità di percorrere a ritroso i decenni, per scoprire chi ha gonfiato la rete per quattro volte in una sola partita, permette di immergersi in un vero e proprio viaggio tra realtà capaci di stamparsi nella mente e nel cuore di ogni tifoso, per ragioni di fede calcistica o semplicemente di passione.

E anche nel passato più recente, tra i giocatori non più in attività, ci imbattiamo in una rassegna di campioni e bomber ancor più iconici e rappresentativi di quelli più attuali. Spicca certo la presenza folta di attaccanti italiani, certo un dato che apre a una nota di nostalgia volendosi concedere paragoni: da Montella nel 5-1 nel derby contro la Lazio, a Vieri in Inter-Parma, passando per Lucarelli e Gilardino con le maglie del Livorno e dei Ducali, valanghe di gol made in Italy che di certo hanno fatto la storia della Serie A, difendendo al meglio l'orgoglio del Belpaese in mezzo a tanti campioni arrivati da lontano.

Il più recente dei poker presi in considerazione è però argentino e riguarda un altro di quei bomber che a lungo ci hanno viziato a suon di gol, quel Diego Milito che firmò 4 reti tra il 22' e il 69' in un pirotecnico 4-4 tra Inter e Palermo a San Siro.

8. Diego Milito (Inter-Palermo 4-4, 2012)

Diego Milito
Diego Milito / Tullio M. Puglia/GettyImages

9. Cristiano Lucarelli (Parma-Livorno 6-4, 2005)

Cristiano Lucarelli
Cristiano Lucarelli / CARLO BARONCINI/GettyImages

10. Alberto Gilardino (Parma-Livorno 6-4, 2005 e Parma-Empoli 4-3, 2004)

Alberto Gilardino
Alberto Gilardino / PACO SERINELLI/GettyImages

11. Christian Vieri (Inter-Parma 4-0, 2002)

Christian Vieri
Christian Vieri / Getty Images/GettyImages

12. Vincenzo Montella (Lazio-Roma 1-5, 2002)

Montella
Vincenzo Montella / Grazia Neri/GettyImages

13. Marco Di Vaio (Parma-Bari 4-0, 2001)

Di Vaio
Di Vaio / Grazia Neri/GettyImages

I big tra '80 e '90

I decenni hanno per certi versi un'identità, una peculiarità che li caratterizza e li consegna alla memoria: succede certo nella musica e nel costume, il calcio dunque non può che seguire la stessa legge.

Gli anni '90, anche osservando chi in quel periodo riuscì a gonfiare la rete a ripetizione in un solo match, ci concedono insomma una panoramica su scenari di classe e talento cristallino, con exploit di fantasisti come Savicevic e Roby Baggio accanto ai gol dei bomber di professione come Van Basten.

C'è anche un gradito ospite che arriva da un altro decennio: Spillo Altobelli, infatti, è stato il solo a segnare 4 gol in una partita sola nel corso degli anni '80, restando dunque ancor di più impresso nella storia del nostro campionato.

14. Dejan Savicevic (Bari-Milan 3-5, 1995)

Dejan Savicevic
Dejan Savicevic / PATRICK HERTZOG/GettyImages

15. Pierluigi Casiraghi (Lazio-Fiorentina 8-2, 1995)

Pierluigi Casiraghi
Pierluigi Casiraghi / Getty Images/GettyImages

16. Roberto Baggio (Juventus-Udinese 5-1, 1992)

Roberto Baggio
Roby Baggio / Alessandro Sabattini/GettyImages

17. Marco van Basten (Napoli-Milan 1-5, 1992)

Marco Van Basten
Marco Van Basten / Etsuo Hara/GettyImages

18. Alessandro Altobelli (Inter-Catania 6-0, 1984)

Alessandro Altobelli
Spillo Altobelli / Alessandro Sabattini/GettyImages

Gli outsider

Una categoria speciale esce dai limiti e dall'ordine degli anni che passano, regalandoci sorprese e nomi che difficilmente (a priori) ci si potrebbero aspettare. Elementi di qualità ma certo non preposti solo ed esclusivamente a buttarla dentro, meteore che non sono riuscite a pieno titolo a imporsi tra big ma anche ricordi più lontani, fuori dalle icone del calcio che tutt'ora amiamo immaginare (non avendole viste direttamente).

Abbiamo dunque un exploit recente di Parolo, centrocampista col vizio del gol che nel 2017 fece la gioia di Inzaghi e dei fantallenatori che lo schierarono, così come troviamo un Nicola Pozzi che nel 2007/08 firmò contro il Cagliari ben 4 gol dei 7 segnati complessivamente in stagione. Più indietro nel tempo c'è Marcelo Otero, ricordo indigesto ai tifosi viola per un pomeriggio del '96 in cui l'uruguaiano fermò la squadra reduce dal fresco successo in Supercoppa.

Infine torniamo addirittura negli anni '60: nel 1963 Silvano Mencacci visse un pomeriggio di gloria firmando 4 gol con la maglia della SPAL contro il Mantova. Una curiosità: quelle furono le sole reti segnate dal giocatore biancazzurro in quel campionato.

19. Marco Parolo (Pescara-Lazio 2-6, 2017)

Marco Parolo
Marco Parolo / Marco Rosi/GettyImages

20. Nicola Pozzi (Empoli-Cagliari 4-1, 2007)

Nicola Pozzi
Nicola Pozzi / STRINGER/GettyImages

21. Marcelo Otero (Fiorentina-Vicenza 2-4, 1996)

Marcelo Alejandro Otero
Marcelo Otero / Alessandro Sabattini/GettyImages

22. Silvano Mencacci (SPAL-Mantova 5-2, 1963)

Jair Da Costa
AS Photo Archive / Alessandro Sabattini/GettyImages

L'album dei ricordi

In un vasto repertorio di campioni celebrati, o protagonisti a sorpresa, non possono mancare album di figurine riposti con cura e conservati in modo da tenere lontana la polvere: attaccanti prolifici come Savoldi, Boninsegna, Hamrin e Pierino Prati accanto a leggende del calibro di Rivera, bandiera rossonera tra il '60 e il 79'.

Tra i campioni citati spicca Bonimba: l'ex Inter, insieme ai soli Icardi e Gilardino, appartiene infatti alla cerchia ancor più ristretta di chi è riuscito a segnare un poker per due volte (contro il Cagliari e contro il Foggia).

23. Giuseppe Savoldi (Napoli-Foggia 5-0, 1977)

Giuseppe Savoldi
Giuseppe Savoldi / Norman Quicke/GettyImages

24. Roberto Boninsegna (Inter-Cagliari 4-1, 1974 e Inter-Foggia 5-1, 1973)

Roberto Boninsegna
Roberto Boninsegna / Alessandro Sabattini/GettyImages

25. Pierino Prati (Bari-Milan 0-5, 1970)

Pierino Prati
Pierino Prati / Alessandro Sabattini/GettyImages

26. Gianni Rivera (Brescia-Milan 1-4, 1969)

Luigi Riva, Gianni Rivera
Gianni Rivera / Alessandro Sabattini/GettyImages

27. Angelo Sormani (Milan-Catania 6-1, 1966)

Milan
Il Milan di Rivera, Prati...e Sormani / Alessandro Sabattini/GettyImages

28. Kurt Hamrin (Fiorentina-Genoa 5-0, 1962)

La Fiorentina di Hamrin
La Fiorentina di Hamrin / Alessandro Sabattini/GettyImages

Segui 90min su Instagram.

facebooktwitterreddit