Inter

Zanetti: "Vincere significa sviluppare il brand Inter, servono dirigenti forti"

Giulia Bianchi
FC Internazionale - Serie A
FC Internazionale - Serie A / Jonathan Moscrop/GettyImages
facebooktwitterreddit

L'ex capitano nerazzurro nonché vicepresidente dell'Inter, Javier Zanetti, ha rilasciato una breve intervista a L'Economia, supplemento de Il Corriere della Sera. In una stagione che vede nuovamente la sua Inter in corsa per lo Scudetto, Zanetti si proietta sulle scelte future del club, anche fuori dal campo.

Javier Zanetti
Javier Zanetti / Marco Canoniero/GettyImages

Ambizioni che partono in primis dai dirigenti per arrivare alla creazione di alleanze che possano permettere la risalita del club. Questo quanto affermato:

Sul ruolo da vicepresidente "Ora vincere, per me, significa far crescere il club in termini economici e sociali, per poi investire sulla parte sportiva. Sto lavorando sullo sviluppo del brand, con un focus sulle relazioni internazionali. In questi anni mi sono accorto che per vincere in campo bisogna costruire una squadra di dirigenti forti anche fuori dal terreno di gioco. E non si tratta soltanto di competenze, ma anche di valori e mentalità".

Sugli obiettivi: "L’Inter per me è famiglia e, per svolgere al meglio il mio nuovo ruolo, mi dovevo preparare in maniera adeguata. Così ho deciso di intraprendere un percorso in Sda Bocconi, iscrivendomi all’Executive Coaching in Management dello sport, con l’obiettivo di ampliare la mia visione calcistica e contribuire al bene del club. Lì ho avuto una grande possibilità: vedere il calcio con un’altra prospettiva. Oggi l’espressione chiave per me è ‘creare alleanze’ che possano aprire opportunità per far crescere l’Inter".


Segui 90min su Instagram.

facebooktwitterreddit