Un gioiello di Dybala stende il Genoa: la Roma vola ai quarti di Coppa Italia

La redazione di 90min
Roma - Genoa
Roma - Genoa / Paolo Bruno/GettyImages
facebooktwitterreddit

La Roma stacca il pass per i quarti di finale di Coppa Italia. Lo fa battendo in un Olimpico tutto esaurito il Genoa di Alberto Gilardino, che si arrende a un gran gol siglato da Paulo Dybala nel secondo tempo.

Giallorossi che assumono un atteggiamento piuttosto offensivo per tutta la partita e che, al netto di qualche contropiede in cassato, creano diverse occasioni mancando però lo specchio della porta. A sbloccare la situazione ci pensa lo spunto della Joya che prima si sbarazza di tre difensori per poi battere Martinez sul suo palo.

Grifone che esce dall'Olimpico sconfitto ma reduce comunque da una discreta prestazione contro la squadra di Mourinho che ai quarti affronterà la vincente di Napoli-Cremonese di martedì prossimo.

La chiave tattica di Roma-Genoa

Lo Special One attua parecchio turnover per la sfida di Coppa: in difesa riposa Smalling in favore di Kumbulla, mentre sulle fasce vengono proposti El Shaarawy e Zalewski con Bove al fianco di Matic. Iniziale panchina per Dybala: alle spalle di Abraham ci sono infatti Zaniolo e Pellegrini.

Roma che sin da subito mette le regole in chiaro mantenendo il possesso del pallone per molto tempo e cercando verticalizzazioni improvvise alla ricerca delle punte. I giallorossi si rendono pericolosi su una bella imbucata di Pellegrini per Abraham, il cui tiro viene mandato in corner da Martinez. Proprio il capitano dei capitolini colpisce poi la traversa su un passaggio a rimorchio di Matic.

Nel primo tempo sono 14 le conclusioni della squadra di Mourinho, che per sbloccare la situazione deve mandare in campo la Joya. L'argentino, approfittando dei cambi del Genoa che evidentemente non si era ancora risistemato bene, prende palla sul limite dell'area e inizia a seminare scompiglio sbarazzandosi di Frendrup, Vogliacco e Bani prima di calciare di sinistro sul primo piano. Dopo lo svantaggio il Genoa alza il baricentro e prova a colpire i giallorossi ma il maggior possesso non produce alcuna conclusione significativa.

L'episodio della partita

Paulo Dybala
Roma - Genoa / Silvia Lore/GettyImages

La Roma ha tirato diverse volte ma prima del suo ingresso in campo erano solo 2 le conclusioni verso la porta di Martinez. Tanta imprecisione dunque per gli uomini di Mourinho, che per loro fortuna possono contare su un giocatore di una classe superiore. La serpentina con cui pianta in asso i difensori rossoblù ha permesso ai capitolini di sbloccare una gara che si sarebbe potuta mettere male con il passare del tempo.

Il tabellino di Roma-Genoa 1-0

ROMA (3-4-2-1): Rui Patricio; Mancini, Kumbulla, Ibañez; Zalewski (74' Celik), Matic, Bove (61' Cristante), El Shaarawy (61' Spinazzola); Pellegrini (46' Dybala), Zaniolo (86' Tahirovic); Abraham. Allenatore: José Mourinho.

GENOA (3-5-2): Martinez; Vogliacco, Bani, Dragusin; Sabelli, Sturaro (63' Frendrup), Badelj (63' Strootman), Galdames (75' Aramu), Czyborra (63' Criscito); Yalcin, Coda (75' Puskas). Allenatore: Alberto Gilardino.

ARBITRO: Ermanno Feliciani di Teramo.

RETI: Dybala (64').

AMMONITI: Bove (35'), Zaniolo (57'), Czyborra (59'), Bani (83').

Roma-Genoa 1-0, le pagelle dei giallorossi

Rui Patricio 6; Mancini 6.5, Kumbulla 6, Ibañez 6.5; Zalewski 6 (Celik 5.5), Matic 6.5, Bove 7 (Cristante 6), El Shaarawy 5.5 (Spinazzola 6); Pellegrini 6.5 (Dybala 7.5), Zaniolo 5.5 (Tahirovic sv); Abraham 5.

Pellegrini 6.5 - Particolarmente ispirato questa sera, prima manda in porta Abraham, poi si mette in proprio e il suo tiro a giro colpisce la traversa. Sfortunato.

Bove 7 - Sa che la Coppa Italia rappresenta un'occasione per mettersi in mostra e lui la coglie giocando una partita impregnata di personalità. Quando ha l'occasione calcia sempre da fuori impensierendo più di una volta la difesa genoana;

Dybala 7.5 - La Roma l'ha ingaggiato proprio per risolvere partite come questa. I giallorossi stavano infatti attaccando da molto ma faticavano a trovare il guizzo giusto. Ci è voluta la classe dell'argentino per permettere alla squadra di Mourinho di proseguire in un torneo che rappresenta uno degli obiettivi stagionali;

Abraham 5 - Il bomber inglese aveva iniziato in maniera positiva il suo 2023 ma stasera compie un enorme passo indietro nelle sue prestazioni. Non riesce infatti a rendersi utile né sotto porta né vincendo contrasti aerei o facendo sponde per i compagni.

facebooktwitterreddit