Serie A

La Finanza indaga su Ramadani e Chiodi: accertamenti sulle vendite di Pjanic e Chiesa

Antonio Parrotto
Miralem Pjanic
Miralem Pjanic / Emilio Andreoli/GettyImages
facebooktwitterreddit

Ancora un'indagine da parte della Guardia di Finanza nel mondo del calcio. Dopo il caso plusvalenze-Juve, con l'inchiesta aperta e portata avanti dalla Procura di Milano, stavolta si indaga su due procuratori: Fali Ramadani e Pietro Chiodi.

Due agenti stranieri ma che hanno chiuso spesso grandi affari in Italia. Ramadani e Chiodi, agenti e intermediari, hanno portato avanti tanti affari negli ultimi anni. Ora la GdF vuole vederci chiaro. Tra le operazioni sotto la lente di ingrandimento il passaggio di Miralem Pjanic dalla Juventus al Barcellona (scambio con Arthur) e quello di Federico Chiesa dalla Fiorentina alla Juventus.

Federico Chiesa
Federico Chiesa / Jonathan Moscrop/GettyImages

Lo riporta L'Ansa, in merito all'inchiesta della procura di Milano per reati fiscali, riciclaggio e autoriciclaggio sul mancato versamento al Fisco italiano dei proventi delle commissioni guadagnati con le compravendite di giocatori. Tra gli assistiti dalla Lian Sports Group del super procuratore albanese Ramadani figurano, oltre Koulibaly, Chiesa e Pjanic, anche l'allenatore della Lazio Maurizio Sarri, oltre al difensore Milenkovic della Fiorentina. Come detto, i reati ipotizzati sono di natura fiscale, riciclaggio e autoriciclaggio e riguardano l'attività dei due agenti con i club italiani. La Finanza ha chiesto inoltre i documenti a Juventus, Torino, Milan, Inter, Verona, SPAL, Fiorentina, Cagliari, Roma, Napoli e Frosinone.


Segui 90min su Twitch.

facebooktwitterreddit