Roma

Roma, sta per cominciare l'era Mourinho. Niente sconti e una doppia lista per gli allenamenti

Francesco Giagnorio
Jose Mourinho
Jose Mourinho / Fabio Rossi/Getty Images
facebooktwitterreddit

L'avventura di José Mourinho sulla panchina della Roma sta per cominciare. Dopo essere sbarcato a Roma ed aver avuto un primo approccio con il mondo giallorosso nella giornata di giovedì il tecnico portoghese sarà presentato ufficialmente alla Terrazza Caffarelli. Intanto alcuni giocatori stanno già svolgendo i test atletici di rito, cioè chi non è impegnato con le nazionali o chi non è in vacanza più l'infortunato Spinazzola.

Una delle novità portate da Mou sarà l'utilizzo di una doppia lista, rivolta a quei giocatori fuori dal progetto e che opporranno resistenza al trasferimento. A questi sarà permesso allenarsi separatamente pur rispettando le regole contrattuali. Tra i probabili nomi ci sono quelli di Fazio, Nzonzi, Pastore, Bianda, Coric e probabilmente anche quello di Santon, che potrebbe finire in lista nonostante l'infortunio di Spinazzola.

Resta invece da capire il futuro di Edin Dzeko, a breve tornerà a Trigoria per confrontarsi con Mourinho, a cui piace molto tecnicamente, ma non sicuro della permanenza in giallorosso. E' probabile che la dirigenza lo metta nella lista appena citata, ma non è escluso che per lui, come che per altri, venga concessa una buonuscita.

Edin Dzeko
Edin Dzeko / Marco Canoniero/Getty Images

Doppia lista che non è l'unica rivoluzione apportata da Mourinho: anche l'area scout sarà rifondata e così composta: José Fontes (ex Leicester), Enrico Paresce (ex Milan), Mauro Leo (ex Juventus e Inter), Javier Weimar (ex Racing Avellaneda e Bayer Leverkusen) e Alessio Scarchilli, ex calciatore della Roma e già presente nell'area scouting del club negli scorsi anni. L'equipe lavorerà a Trigoria e ha il compito di studiare sia i mercati tradizionali che quelli emergenti. Infine, l'area scout risponderà direttamente a Tiago Pinto, il G.M. della Roma.

Tiago Pinto che è impegnato anche sul mercato: dopo aver trattato le prime cessioni ora lavora per accontentare le richieste di Mourinho che ad oggi non ha ancora ottenuto nessuno dei nomi richiesti. Per Rui Patricio, portiere 33 enne portoghese, sembra essere cosa fatta: già nei prossimi giorni potrebbe interrompere le vacanze per svolgere le visite mediche a Trigoria, operazione da 10 milioni più bonus con il Wolverhampton.

Sempre dalla Premier League viene poi il rinforzo chiesto a centrocampo, cioè Granit Xhaka dell'Arsenal. Il giocatore ha già l'accordo con i giallorossi, ma l'Arsenal non ha intenzione di fare sconti, soprattutto dopo l'ottimo Europeo giocato dal centrocampista con la maglia della Svizzera che ha acceso il mercato su di lui. E' viva anche la pista che per la difesa porta all'ex difensore centrale del Bayern Monaco Jerome Boateng, appena svincolatosi dai bavaresi.

Rui Patricio
Rui Patricio con la nazionale portoghese / BSR Agency/Getty Images

Per ultimo si cerca un sostituto di Spinazzola e ci sono diverse alternative in piedi: dalla Serie A ci sono Dimarco e Biraghi, spunta un ritorno di Emerson Palmieri in uscita dal Chelsea, il nuovo nome è Mandava del Lille valutato 15 milioni dal suo club e per ultimo Grimaldo del Benfica, anche se Tiago Pinto preferirebbe non trattare con il suo vecchio club. Comunque vada, prima di procedere con gli acquisti bisognerà vendere.


Segui 90min su Instagram e Twitch!

facebooktwitterreddit