Roma

Mourinho: "La Roma è piccola agli occhi del potere. Questo non è calcio"

Alessio Eremita
José Mourinho
José Mourinho / Silvia Lore/GettyImages
facebooktwitterreddit

José Mourinho ha commentato il pareggio ottenuto contro il Genoa, in occasione della 24a giornata del campionato di Serie A. Il tecnico della Roma, nonostante il rammarico per il gol-vittoria annullato a Nicolò Zaniolo, non ha voluto alimentare le polemiche nei confronti dell'arbitro Rosario Abisso.

GOL ANNULLATO ED ESPULSIONE DI ZANIOLO - "Non voglio commentare. Posso commentare la gara, no il gol o il rosso. Preferisco evitare. Possiamo tornare sulla partita. La Roma agli occhi del potere è piccolina".

Nicolò Zaniolo
Nicolò Zaniolo / Francesco Pecoraro/GettyImages

PAREGGIO - "Il Genoa è una squadra che gioca per la salvezza, per questo gioca una gara brutta in cui porta a casa il suo punto. Non è una critica, anche io farei così. Giocare contro queste squadre è difficile. Abbiamo giocato in ampiezza, ma senza profondità. Nel secondo tempo abbiamo cambiato e creato tanto. Un esempio è il tiro alto di Zaniolo. Nella seconda frazione, non ho sentito differenza numerica dopo il rosso, c’è stata una squadra che lottava per la vittoria. Onore al Genoa che ha preso il punto".

EL SHAARAWY - "Oggi ho sentito una panchina utile per vincere la gara. Ho visto che si poteva cambiare la dinamica. Con Stephan e Felix, insieme a chi c’era, abbiamo creato tanto. Non abbiamo fatto gol. Il gol fatto è stato annullato, ma non voglio fare polemica. Dovremmo parlarne per mezz’ora. Se l’arbitro ha deciso bene, il nostro calcio è cambiato: è un altro sport. Se quello è un fallo, lo sport non è lo stesso più. Troviamo un altro nome. Se l’arbitro ha sbagliato, sarà lui il primo scontento. Per noi è un deja-vu. Domani è un altro giorno".


Segui 90min su Instagram.

facebooktwitterreddit