Napoli

Koulibaly: "Sono pronto ad incontrare il tifoso che mi ha rivolto insulti razzisti a Firenze"

Niccolò Mariotto
Kalidou Koulibaly
Kalidou Koulibaly / Vincenzo Izzo/GettyImages
facebooktwitterreddit

Kalidou Koulibaly, difensore del Napoli, ha rilasciato un'intervista ai microfoni de La Gazzetta dello Sport parlando dell'episodio di razzismo del quale è stato vittima qualche settimana fa sul campo della Fiorentina.

Kalidou Koulibaly
Kalidou Koulibaly / Francesco Pecoraro/GettyImages

Il senegalese venne insultato pesantemente da alcuni tifosi fiorentini, uno dei quali è stato identificato e sanzionato con un daspo di 2 anni: il giocatore del Napoli ha dichiarato di aver superato l'amarezza di quei momenti e di essere pronto ad incontrare faccia a faccia il tifoso che lo ha insultato per chiarire e per dare un segnale forte alla lotta al razzismo.

"Ho superato l’amarezza di quei momenti, ho compagni e uno staff che mi stanno sempre dietro, ho ricevuto tanti messaggi da personaggi pubblici e mi ha fatto molto piacere. Mi dispiace per quel ragazzo, ma non ho dormito per due notti, pensavo anche di aver sbagliato io.

Mi dispiace molto, anche da Firenze mi hanno chiamato per parlare con gli alunni nelle scuole. Incontrerei senza problemi quella persona che mi ha insultato, per capire cosa è scattato nella sua testa. L’importante è continuare in questa lotta, io ci tengo molto"
, queste le parole rilasciate da Koulibaly.


Segui 90min su Instagram.

facebooktwitterreddit