Milan

Pioli: "Coppa Italia è un obiettivo. Ibrahimovic out. Al Milan a vita? Qui sto bene"

Andrea Gigante
Stefano Pioli
Stefano Pioli / Emilio Andreoli/GettyImages
facebooktwitterreddit

Il Milan vuole cavalcare l'onda dell'entusiasmo per la vittoria nel derby e domani sera cercherà di battere la Lazio, staccando il pass per le semifinali di Coppa Italia. Poco fa, Stefano Pioli è intervenuto in conferenza stampa per introdurre il delicato match di domani sera. Ecco le parole del tecnico dei rossoneri (fonte: calciomercato.com).

Stefano Pioli
I rossoneri esultano per la vittoria nel derby / Pier Marco Tacca/GettyImages

Cosa resta al Milan della vittoria nel derby?
"Del derby resta la soddisfazione di aver vinto una partita importante, tre punti importanti per la nostra classifica, ma consapevoli che il cammino è lunghissimo, 15 partite sono tantissime, 45 punti a disposizioni son tanti. E siamo allo stesso identico livello dell'anno scorso, quindi ci sarà ancora tanta strada da fare. Ora quello che conta è solamente la partita di domani, un quarto di finale di una competizione in cui tutti vogliono andare in fondo. E noi ci vogliamo provare".

Sull'importanza della Coppa Italia:
"È un obiettivo concreto cercare di eliminare la Lazio domani e sarà un ostacolo difficile perché la Lazio è una squadra che sta molto bene, che ha vinto una grande partita a Firenze, ha un reparto offensivo formidabile. Concentrati sulla partita di domani, poi un passo alla volta".

Su Giroud:
"Derby la partita che ha riabilitato Olivier? Non lo so. I detrattori e le critiche ci sono sempre, è normale. Quello che conta è la fiducia che abbiamo noi nelle nostre qualità, nei nostri giocatori e nel nostro modo di giocare. Olivier si sta dimostrando il giocatore per il quale è stato acquistato, un giocatore di valore sul campo, una persona di grande spessore. Un giocatore forte che sta dando un grande apporto alla squadra".

Sulla Lazio di Sarri:
"La squadra è allenata molto bene e ha giocatori di grandissima qualità. Il reparto offensivo, da Luis Alberto a Milinkovic, Immobile, Zaccagni, Felipe Anderson, Pedro... È un reparto di altissimo livello. Dobbiamo fare una partita molto attenta, chiudere gli spazi e cercare di essere compatti. E poi cercare di avere soluzioni offensive per creare difficoltà".

Sulla formazione per la Coppa Italia:
"Dentro vanno i migliori. Sarà importante l'allenamento di oggi per capire le condizioni, ma sicuramente andrà in campo la formazione migliore".

Olivier Giroud
AC Milan / Pier Marco Tacca/GettyImages

Su Tomori:
"Vediamo oggi. Ieri ha fatto un buon allenamento e sta sicuramente meglio. Chiaro che più allenamenti riesce a mettere più crescerà la sua condizione. Credo sia a disposizione per domani, poi vediamo se dall'inizio o a partita in corso".

Su Rebic:
"Ieri anche lui si è allenato, oggi vediamo se sarà disponibile".

Su Ibrahimovic:
"Zlatan è un leone in gabbia. Chiaro che la sua motivazione, la sua ambizione è quella di aiutare la squadra in campo, quindi sta facendo di tutto per recuperare. Sicuramente non sarà della partita domani, vedremo per le prossime".

Pioli al Milan a vita?
"Che chimica c'è? Io credo che il club utilizzi un metodo e una regola che io approvo totalmente: la meritocrazia. Ti mette a disposizione tutto il meglio possibile, ti dà la possibilità di lavorare bene e ti giudica: se tu meriti, poi ti rinnova il contratto. Vale per me e per i giocatori, è un aspetto importante e deve assolutamente continuare così: bisogna dimostrare continuamente di poter essere da Milan. Restare a vita? Sto bene, questo è sicuro".

Su Maignan:
"Mike è un portiere forte e lo sta dimostrando. Ne eravamo tutti convinti dopo averlo studiato bene. E' un ragazzo molto determinato, molto ambizioso e questo fa sì che tutti i giorni lavori per migliorare: sta dando tanto e deve continuare".


Segui 90min su Instagram.

facebooktwitterreddit