Serie A

Scintille Barone-Marotta in Lega. Beppe: "Basta diffamare l'Inter". Pronto l'esposto

Antonio Parrotto
Giuseppe Marotta
Giuseppe Marotta / Marco Canoniero/GettyImages
facebooktwitterreddit

Scintille in Lega durante l'Assemblea di Serie A andata in onda ieri. Tutte e 20 le società di Serie A erano collegate per l'occasione e, si racconta, di un clima teso, surriscaldato dai due dirigenti di Fiorentina e Inter, Joe Barone e Beppe Marotta.

Sarebbe andato in scena infatti un pesante scontro verbale tra i due amministratori delegati quando è stata affrontata la tematica del possibile rinvio del termine delle verifiche federali sul corretto pagamento di stipendi, imposte e contributi fissato al 16 febbraio (con i club, tutti, che non ritengono necessario spostare la scadenza).

Genoa CFC v ACF Fiorentina - Serie A
Joe Barone / Getty Images/GettyImages

Il club viola rimprovera i mancati pagamenti degli stipendi da parte dell’Inter e già in più occasioni Commisso e Barone hanno lanciato delle stoccate, pubbliche, ai nerazzurri. Ieri Barone non si è tirato indietro. Stando al Corriere della Sera, il dirigente viola avrebbe detto: "Qui ci sono club che non rispettano le scadenze e con i soldi risparmiati fanno il mercato". Parole che il dirigente dell'Inter Beppe Marotta non ha gradito. L'a.d. interista dunque avrebbe risposto: "Basta diffamare l’Inter. Siamo in regola". Accuse dunque che Marotta ha definito intollerabili, lasciando intendere di aver pronto un esposto alla Procura Federale per tutelare il suo club. La cosa infatti potrebbe non essere finita qui: l'Inter pensa concretamente a un esposto contro i viola.


Segui 90min su Twitch.

facebooktwitterreddit