Juventus

Tra urla e calci alle bottigliette Allegri cambia la Juve. E c'è il 'retroscena' Chiesa

Omar Abo Arab
Allegri e Chiesa (con Bernardeschi)
Allegri e Chiesa (con Bernardeschi) / ISABELLA BONOTTO/Getty Images
facebooktwitterreddit

Contro la Sampdoria, ieri, la Juve ha ballato in difesa, ma comunque portato a casa un 3-2 che rappresenta la prima vittoria casalinga e il terzo successo di fila tra champions e campionato dopo quelli con Malmoe e Spezia. Gli infortuni di Paulo Dybala e Alvaro Morata, che torneranno entrambi dopo la sosta, hanno rappresentato alcune delle note stonate della gara dell'Allianz dove mister Max Allegri, come ormai accade spesso, è stato una vera e propria furia a bordocampo.

Federico Chiesa
Federico Chiesa / Marco Canoniero/Getty Images

Lo ah raccontato l'edizione odierna del Corriere della Sera, spiegando come Allegri abbia sferzato costantemente, e platealmente, una squadra che sta prendendo troppe reti. "State andando a due all'ora" ha urlato il tecnico per scuotere i suoi, che si è concentrato in particolar modo su Federico Chiesa. Per l'ex Fiorentina, insieme a Dybala, c'è da far dimenticare il regno di Cristiano Ronaldo: l'attaccante, da esterno, è rimasto costantemente dal lato della panchina di Allegri, che lo ha telecomandato. Tutto per far arrivare Chiesa nel migliore dei modi al primo crocevia della stagione della Juve, visti i prossimi delicati impegni: mercoledì il Chelsea campione d'Europa, poi sabato il derby con il Torino.


Segui 90min su Telegram per rimanere aggiornato su tutte le ultime novità di Serie A.

facebooktwitterreddit