Juventus

Locatelli si è preso la Juventus: ora la sfida al "suo" Milan con uno sguardo al futuro

Alessio Eremita
Manuel Locatelli
Manuel Locatelli / David Lidstrom/Getty Images
facebooktwitterreddit

Sono bastate poche settimane a Manuel Locatelli per prendere le chiavi del centrocampo e diventare un elemento fondamentale all'interno della Juventus. Il centrocampista classe '98, che negli ultimi giorni di mercato ha compiuto il salto di qualità trasferendosi in bianconero dal Sassuolo, si è reso subito protagonista sia in Serie A sia in Champions League, sfoggiando ottime prestazioni nonostante i risultati deludenti ottenuti dalla formazione di Massimiliano Allegri (fatta eccezione per la vittoria in terra svedese contro il Malmoe). Due i vantaggi per Locatelli nel suo rapido processo di ambientamento alla Continassa: l'Europeo conquistato con la maglia della Nazionale italiana, che gli ha permesso di presentarsi alla Juve con una buona etichetta sulle spalle, e la fiducia del tecnico toscano che in passato lo ha allenato e conosciuto al Milan.

Manuel Locatelli
Manuel Locatelli / Maurizio Lagana/Getty Images

"Secondo me Locatelli nella sua carriera finirà per giocare davanti alla difesa anche se in questo momento, pure per abitudini sue, è più adatto a giocare a due. Ma siccome noi giochiamo con un “tre storto” per ora sta ricoprendo le mansioni che faceva a Sassuolo". Questa l'investitura di Allegri dopo la Champions. Che sia mediana a due o a tre, le caratteristiche di Locatelli si sposano appieno con il sistema di gioco bianconero: struttura fisica, equilibrio, intelligenza tattica e visione di gioco propensa sia alla difesa sia all'attacco. Non patisce il passaggio dal 4-4-2 al 3-5-2 nel corso di una partita e si adatta ai compagni, pur avendoci giocato poche volte finora.

Ora per il numero 27 è attesa la prova del nove contro il Milan. Il big match della quarta giornata di campionato potrebbe consacrare il suo nome nelle gerarchie juventine, convincendo la società di aver fatto il giusto investimento anche in ottica futura. Attenzione all'emozione, l'unico ostacolo all'ennesima prova da leader di un Locatelli in rampa di lancio.


Segui 90min su Telegram per rimanere aggiornato su tutte le ultime novità di Champions League.

facebooktwitterreddit