Juventus

Il preparatore atletico di Vlahovic: "Vuole solo vincere, è simile a de Ligt. Può fare come Buffon"

Alessio Eremita
Dusan Vlahovic
Dusan Vlahovic / Nicolò Campo/GettyImages
facebooktwitterreddit

La Juventus ha piazzato il colpo da novanta sul mercato ingaggiando Dusan Vlahovic dalla Fiorentina, colui il quale dovrà aumentare il bottino realizzativo di una squadra apparsa spesso in grande difficoltà. Le qualità del serbo sono ormai note a tutti in Italia, ma a ribadirle ci ha pensato il suo storico preparatore atletico Andreja Milutinovic che conosce Vlahovic da quando aveva 15 anni: "Sono rimasto letteralmente folgorato dalla sua mentalità e dall'attitudine. Il primo giorno Dusan era molto timido, ma determinato. L'ho seguito nel corso del recupero dall'infortunio, e quando ho effettuato i classici test per verificare resistenza, forza e dati biometrici sono rimasto impressionato dai valori che esprimeva. Non solo aveva pienamente recuperato, ma i dati erano mostruosi". 

Dusan Vlahovic
Dusan Vlahovic / Giuseppe Bellini/GettyImages

Milutinovic ha poi proseguito: "Ha sempre avuto un unico pensiero: diventare un numero uno, migliorarsi e vincere. Non lo spaventa il lavoro, non lo distraggono le pressioni.Lui pensa sempre e solo al lavoro. A un certo punto gli ho detto: questo sarà un periodo duro, dovrai faticare molto e potrebbe anche essere difficile per te. Per qualsiasi giocatore quella situazione poteva essere molto stressante. Sapete cosa mi ha risposto lui? 'A che ora devo venire domani?0. Gli ho detto: 'Le 8'. E lui si è presentato puntuale. Quando è arrivato stava andando via Perisic. Lui l'ha riconosciuto e mi ha chiesto: 'Ma a che ora inizia lui, che alle 8 ha già finito?'. 'Alle 6.30', gli ho detto. E lui: 'Ok, domani vengo alle 6.30 anche io', e si è presentato alle 6.30 del mattino, con il sorriso sulle labbra e pronto ad allenarsi". 

Dusan Vlahovic
Dusan Vlahovic / Gabriele Maltinti/GettyImages

Gli aneddoti sulla personalità di Vlahovic non finiscono qui: "Pensa come un trentenne. È la stessa cosa che ho colto in De Ligt. I due sono molto simili come personalità e carattere: vogliono vincere, hanno in testa solo quello e pensano che per arrivare a vincere sono necessari lavoro e sacrifici. Vlahovic ha qualcosa in comune anche con l'attitudine di Buffon. Il miglior Vlahovic non l'abbiamo ancora visto. Il suo fisico non ha ancora completato lo sviluppo e il meglio lo darà fra un paio di stagioni. La Juventus ha preso un campione che potrebbe essere longevo come Buffon. Gli ho parlato anche ieri, era felice. Pressione? Non per lui. È entusiasta della Juventus e del centro sportivo. Mi ha detto: 'Ho in testa due cose, migliorarmi e vincere'", ha concluso il preparatore atletico ai microfoni di Tuttosport.


Segui 90min su Instagram.

facebooktwitterreddit