Juventus

Indagine Prisma, dirigenti della Juventus intercettati: "Peggio di così solo Calciopoli"

Alessio Eremita
Andrea Agnelli
Andrea Agnelli / Nicolò Campo/GettyImages
facebooktwitterreddit

Emergono nuovi dettagli in merito all'indagine Prisma, che coinvolge la Juventus e altri club di Serie A per una serie di plusvalenze fittizie messe a segno dal 2018 a oggi. Come riportato dall'edizione odierna de La Repubblica, alcuni dirigenti bianconeri avrebbero pronunciato queste parole "Peggio di così c’è solo Calciopoli" in merito alle trattative di mercato ritenute sospette, per un totale di circa 282 milioni di euro gonfiati da valutazioni di calciatori maggiorate. I pm, secondo i quali si tratta di un "intero sistema che è malato", invieranno presto gli atti delle indagini alla Procura Federale con l'accusa anche di illecito sportivo.

Fabio Paratici, Pavel Nedved, Andrea Agnelli, John Elkann
Fabio Paratici, Pavel Nedved, Andrea Agnelli, John Elkann / Nicolò Campo/GettyImages

Al termine di tutti gli interrogatori, il commercialista Enrico Stasi esaminerà i conti della società bianconera e diffonderà una perizia su cui si baserà gran parte del processo. Nel frattempo, dopo il direttore sportivo Federico Cherubini e i dirigenti Stefano Bertola e Marco Re, nella giornata di ieri è stato ascoltato come testimone anche il nuovo amministratore delegato Maurizio Arrivabene. Per l'accusa, gli uomini vicini al presidente Andrea Agnelli (Pavel Nedved compreso) erano a conoscenza dei fatti. Ma il principale artefice di tali operazioni gonfiate sarebbe Fabio Paratici, ora capo dell'area sportiva del Tottenham.


Segui 90min su Twitch.

facebooktwitterreddit