Juventus

Juventus, che futuro per Arthur, Kaio Jorge e Morata?

Andrea Gigante
Juventus
Juventus / Emilio Andreoli/GettyImages
facebooktwitterreddit

Avevano tutti e tre le valigie in mano, ma alla fine Arthur Melo, Kaio Jorge e Alvaro Morata sono rimasti alla Juventus, dove proveranno a giocarsi le proprie carte fino al termine della stagione. Nella rivoluzione di gennaio attuata dalla dirigenza bianconera anche loro erano considerati cedibili, ma per un motivo o per un altro i loro trasferimenti non hanno avuto luogo.

Arthur aveva chiesto da diverse settimane di cambiare aria. Nei suoi piani c'era la volontà di giocare di più per poter ambire a una convocazione per il Mondiale in Qatar. La società aveva intenzione di soddisfarlo e l'Arsenal era disposto a dargli quel ruolo da protagonista che tanto desiderava; però, le due società non si sono accordate sulla formula della cessione e il brasiliano proverà a minare la titolarità di Locatelli e del nuovo arrivato Zakaria.

Arthur Henrique Ramos de Oliveira Melo
Arthur / Marco Canoniero/GettyImages

Discorso simile per Alvaro Morata che nella sessione invernale di calciomercato sognava un rientro in Spagna, dove il Barcellona di Xavi lo avrebbe accolto come erede di Aguero. L'attaccante si è ritrovato a fare i conti con una situazione di limbo: da una parte c'è Massimiliano Allegri che non aveva alcuna intenzione di fare a meno di lui già da gennaio; dall'altra c'è l'arrivo di Dusan Vlahovic che con tutta probabilità monopolizzerà il ruolo di centravanti, relegando Alvaro a un ruolo da spalla/comparsa.

Non si sarebbe trattato di un trasferimento a titolo definitivo e di una conseguente bocciatura, la Juventus aveva in mente di cedere Kaio Jorge solo in prestito, consentendogli così di giocare di più. Il suo cartellino è stato usato come oggetto di scambio per arrivare a Nandez del Cagliari, ma sul brasiliano ci aveva fatto un pensierino anche la Salernitana. In entrambi i casi però non se n'è fatto niente. Con l'attaccante serbo, il minutaggio del giovane Jorge sarà perfino minore rispetto agli scorsi mesi.


Segui 90min su Instagram.

facebooktwitterreddit