Juventus

Bonucci: "Critiche stimolo per migliorare. Rigore? Se Jorginho me lo avesse chiesto, lo avrei tirato io"

Antonio Parrotto
Leonardo Bonucci
Leonardo Bonucci / Francesco Pecoraro/GettyImages
facebooktwitterreddit

Leonardo Bonucci, difensore della Juventus, ha realizzato due rigori regalando la vittoria ai bianconeri contro la Lazio. Il calciatore della Juve è intervenuto ai microfoni di DAZN dopo la sfida, commentando quanto accaduto allo stadio Olimpico.

Che vittoria è?
"È una vittoria fondamentale questa. Dopo la sosta sono sempre partiti difficili, ma sappiamo che con questo approccio alla partita, con questo spirito di sacrificio, le partite dipendono da noi. Siamo stati bravi a concedere veramente poco alla Lazio, fare due gol e portare a casa tre punti"

Pochi gol?
"Abbiamo creato situazioni importanti con gli attaccanti: mi ricordo Morata nel primo tempo e Kean nel finale. Loro fanno un grande lavoro, ma l'importante è portare a casa la vittoria, poi se i gol li fanno i difensori o gli attaccanti...L'importante è segnare e col passare del tempo acquisiremo sempre più determinazione, più cattiveria e più sicurezza in noi stessi e porteremo a casa risultati importanti. Quando sei la Juve e fai il percorso che abbiamo fatto noi all'inizio è giusto prendersi le critiche, ma ci devono soltanto dare lo stimolo per migliorare. Abbiamo dimostrato nelle grandi partite che con un determinato spirito i risultati arrivano, quindi adesso sta a noi mantenere questo spirito nelle prossime partite". 

Leonardo Bonucci
Leonardo Bonucci / Giuseppe Bellini/GettyImages

Allegri scatenato nel finale?
"Sappiamo che il mister gli ultimi dieci minuti spinge sempre per tenere alta l'attenzione, soprattutto quando si è con un vantaggio così minimo. Va bene così, perché tutti dobbiamo dare il nostro per riportare la Juventus lì a lottare per tutti gli obiettivi".

Il rigore con la Svizzera al posto di Jorginho?
"Una settimana fa il rigorista era lui, era giusto che lo tirasse lui. Se me lo avesse chiesto, io lo avrei tirato senza nessun tipo di problema, ma il primo rigorista della Nazionale era Jorginho ed era giusto così. Noi dobbiamo pensare a migliorarci giorno per giorno per arrivare a marzo nel nostro 'oggi' migliore. Per i prossimi rigori ci sono? Assolutamente sì".


Segui 90min su Twitch.

facebooktwitterreddit