Juventus

La 'Carta Ronaldo' non si trova: la strategia della Procura e il futuro dell'inchiesta sulla Juve

Antonio Parrotto
Cristiano Ronaldo Andrea Agnelli
Cristiano Ronaldo Andrea Agnelli / Jonathan Moscrop/GettyImages
facebooktwitterreddit

La Procura di Torino prova a spegnere i riflettori sull'inchiesta denominata Prisma che verte sulle pluslvalenze della Juve, almeno per qualche giorno. Secondo Tuttosport infatti non è stata trovata la famosa carta Ronaldo e i pm non la cercheranno più (ma potrebbe essere solo una strategia).

Ora l'indagine dovrebbe vivere una nuova fase di studio, con tutti i nuovi pezzi da mettere assieme e da raccogliere, da giudicare con gli altri. Adesso i pm hanno bisogno di molto meno rumore, per una decina di giorni non si è quasi parlato che di questa inchiesta che vede la Juve e sette suoi esponenti tra dirigenti attuali indagati.

Cristiano Ronaldo
Cristiano Ronaldo Andrea Agnelli / Marco Canoniero/GettyImages

Non si hanno certezze sull'esistenza della famosa Carta Ronaldo: "ma quella carta (una scrittura privata? un contratto?) non è emersa dal mare magnum di documenti che la Procura di Torino ha sequestrato alla Juventus e, ammesso che sia mai esistita, la Juventus non ha aiutato la Procura a trovarla. Risultato? Se ne riparlerà, eventualmente, in fase dibattimentale, ma tutto rimarrà a livello di ipotesi" scrive Tuttosport. La famosa carta non rappresenta una condizione imprescindibile per gli inquirenti che nei giorni scorsi hanno inviato alla FIGC una prima parte della documentazione dell'inchiesta.


Segui 90min su Instagram.

facebooktwitterreddit