Juventus

Juve arrabbiata con McKennie. Decisione già presa per gennaio: i dettagli

Antonio Parrotto
Weston McKennie
Weston McKennie / Jonathan Moscrop/Getty Images
facebooktwitterreddit

L'ha combinata grossa Weston McKennie. Dopo la festa organizzata a Torino lo scorso aprile, in cui erano presenti anche altri compagni di squadra (furono violate le normativi anti-Covid), il centrocampista americano ha commesso un'altra violazione, sempre relativa alle norme anti-Covid.

"Sfortunatamente sono sospeso per la partita di stasera a causa di una violazione dei protocolli Covid della squadra. Mi dispiace per le mie azioni" ha scritto il giocatore americano, escluso nella notte del 6 settembre dal pareggio contro Canada.

Weston McKennie
Weston McKennie / Marco Canoniero/Getty Images

La Juventus non ha gradito il comportamento del centrocampista ex Schalke 04. Il giocatore - stando a quanto riferito da ilbianconero.com - è stato ripreso diverse volte nel corso della scorsa annata per alcuni comportamenti considerati poco professionali fuori dal campo. La sua prima annata in bianconero era stata positiva, con 46 presenze e 6 gol totali. Dopo un buon inizio si è un po' perso e ora Allegri dovrà decidere cosa fare di lui. La Juve ha provato a cederlo in Premier ma nessuno ha messo sul piatto la cifra richiesta. A gennaio potrebbe cambiare aria. La valutazione che ne fa la Juve è sempre attorno ai 30 milioni di euro.


Segui 90min su Telegram per rimanere aggiornato su tutte le ultime novità di calciomercato.

facebooktwitterreddit