Serie A

Materazzi in vista di Inter-Juve: "Inzaghi deve uscire dalla comfort zone. Bonucci è juventino e parla come tale"

Niccolò Mariotto
Marco Materazzi
Marco Materazzi / Vincenzo Lombardo/GettyImages
facebooktwitterreddit

In vista dell'atteso big-match tra Inter e Juve di domani, l'ex nerazzurro Marco Materazzi ha rilasciato una intervista a La Gazzetta dello Sport presentando la gara e non solo.

Marco Materazzi
Marco Materazzi / Emilio Andreoli/GettyImages

MOMENTO NERAZZURRO - "Per trovare equilibrio mancano i risultati. Senza la sconfitta con la Lazio saremmo lì, invece ora dobbiamo recuperare punti su due squadre costruite per vincere. Zitto zitto, il Milan da due anni aggiunge pezzi. ​

Un anno fa facevamo più contropiede perché c’era Lukaku, ora l’azione è più manovrata, il baricentro più alto e si rischia qualcosa. ​Simone mi piace, ora deve uscire dalla comfort zone di vent’anni di Lazio, dove vincere non era un imperativo"
.

JUVENTUS - "Sembra una squadra di Conte. La loro solidità è sempre stata soprattutto in difesa. Se siamo campioni d’Europa lo dobbiamo anche a Chiellini e Bonucci. ​Ha appena detto che l’ultimo scudetto è arrivato più per demeriti loro che per meriti dell’Inter? Leo ha detto una cavolata.

Ormai è diventato juventino e come tale parla. Ma avrei potuto fare lo stesso errore. Loro hanno vinto per 9 anni e si sono meritati i complimenti. Ora vanno fatti all’Inter"
.

PRONOSTICO - "Vinciamo 3-1. Marcatori? Non lo so, ma io stravedo per Dzeko e Lautaro".


Segui 90min su Instagram.

facebooktwitterreddit