Juventus

Allegri: "L'Inter favorita per lo Scudetto ma non ci possono ammazzare. Dybala sta bene"

Antonio Parrotto
Massimiliano Allegri
Massimiliano Allegri / Valerio Pennicino/GettyImages
facebooktwitterreddit

Massimiliano Allegri, allenatore della Juventus, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia del match contro l'Inter in programma domani.

Ecco le sue parole:

Come ci arriva la squadra lo vedremo domani, dipende dalla partita che giocheremo. Sarà una grande serata, si torna a vivere partite in un certo modo, con aspettative da parte di tutti, ci saranno sessantamila spettatori. L’Inter secondo me è ancora la favorita per lo scudetto. Ma non sarà decisiva. Prima del Milan ho detto che avrebbero potuto ammazzarci, questa volta non credo sia il caso”.

Dybala?

Sarà a disposizione, sta bene, ha fatto due allenamenti con la squadra, siamo quasi al completo ed è importante perché abbiamo bisogno di tutti”.

I cambi?
Chi entra ora dà il contributo che deve dare. Dopo il sessantesimo le partite cambiano. All’inizio io conoscevo meno i ragazzi, ora sono più agevolato da questo, ma il merito è loro”.

Tensione?
L’attesa di quando giochi una grande partita si fa sentire, non la tensione. Speriamo che sia più bella per noi grazie a un grande risultato”.

Formazione?
Non ho ancora deciso, forse nemmeno oggi lo farò ma solo domattina. Chiellini è pronto per giocare come De Ligt, Bonucci e Rugani. Poi quando De Ligt sarà pronto per giocare sul centrodestra allora potremo giocare con tutti e tre i centrali”.

Massimiliano Allegri
Massimiliano Allegri / Nicolò Campo/GettyImages

Fare la partita?
Non è che la Juve si senta a suo agio quando fanno gli altri la partita. Nel calcio bisogna stoppare, passare e smarcarsi bene, ci sono dei momenti in cui sbagliamo questo, poi lo so che è impossibile non sbagliare mai un pallone - riporta calciomercato.com - Ci sono errori tecnici che non dovremmo fare”.

Vicino all'Inter?
In due anni è passata tanta acqua sotto i ponti, mi hanno accostato a diverse squadre, ho scelto la Juve e sono contento”.

Cristiano Ronaldo?

Quando hai un giocatore come lui che fa trenta gol è normale che la squadra si appoggi sì di lui, ora senza Cristiano è normale che ognuno possa prendersi più responsabilità”.

FBL-EUR-C1-JUVENTUS-TRAINING
Allegri e Rabiot / MARCO BERTORELLO/GettyImages

Dzeko?
Sa giocare a calcio, fa gol e rifinisce azione, con Lautaro fa bella coppia, ma Inter ha tanti giocatori seri come Barella, Brozovic, Skriniar…”.

Rabiot?
Lo vedo oggi, si è negativizzato, vediamo come si allena”.

Arthur?
È cresciuto molto, ci dà qualità. Piano piano aumenterà minutaggio fino a diventare titolare”.


Segui 90min su Instagram.

facebooktwitterreddit