Inter

Dzeko: "Mi sembra di giocare all'Inter da tanto tempo. Lukaku ha fatto grandi cose, io però guardo avanti"

Niccolò Mariotto
Edin Dzeko
Edin Dzeko / SOPA Images/Getty Images
facebooktwitterreddit

Passato dalla Roma all'Inter poco meno di un paio di settimane fa, Edin Dzeko ha rilasciato un'intervista a DAZN e a Inter TV parlando del suo trasferimento in nerazzurro e dei suoi obiettivi per questa stagione.

Edin Dzeko
Edin Dzeko / Jonathan Moscrop/Getty Images

ESORDIO - "È stato un giorno emozionante per me anche perché dopo aver giocato tutta la scorsa stagione senza tifosi vederli tornare sugli spalti è stato bello. È stata la mia prima partita con questa maglia, poi c'era anche mia mamma allo stadio, è stato un giorno importante che è finito molto bene con la nostra vittoria e il mio gol che ho cercato tanto. Non segnavo da tanto tempo in Serie A, gli ultimi gol con la Roma li ho segnati in Europa League e anche da quel punto di vista era importante sbloccarsi per me. Fare subito gol nella prima partita, nel mio nuovo stadio, davanti ai tifosi è stato bellissimo e mi ha dato ancora più fiducia per il futuro".

EREDITÀ - "Lukaku ha fatto grandi cose, bisogna dirgli grazie perché ha fatto veramente bene. Però non mi piace guardare indietro, io guardo avanti. Per me conta solo fare bene qui. So cosa posso dare e sono sicuro di poter dare tanto".

LAUTARO - "È un grande giocatore, sono contento sia rimasto anche sapendo che ha avuto offerte importanti. Significa molto per questo club che i giocatori vogliono rimanere".

FEELING - "Già contro la Dinamo Kiev ho visto questa cosa, l'ho sentito anche in campo, sembrava che stessi giocando con questi ragazzi da tanto tempo ma devo dire che non è difficile, qui ci sono tanti campioni ed è uno dei motivi per cui sono venuto qui. Mi sono divertito molto non solo nella partita contro il Genoa ma anche nella partita contro la Dinamo Kiev. Siamo una squadra forte e vogliamo continuare questo percorso che è iniziato veramente bene contro il Genoa".

VERSO VERONA - "Ogni partita e ogni punto sono importanti, l'Inter è campione d'Italia e la prossima partita contro l'Hellas Verona non sarà facile. Conosco bene il loro allenatore e carica molto, però noi siamo l'Inter, siamo pronti e vogliamo fare bene prima della sosta per le nazionali".


Segui 90min su Telegram per rimanere aggiornato su tutte le ultime novità di Serie A.

facebooktwitterreddit