Milan

Pioli: "Troppo frenetici nel secondo tempo, Ibra era stanco. Champions? Proveremo a fare bene"

Alessio Eremita
Stefano Pioli
Stefano Pioli / Jonathan Moscrop/GettyImages
facebooktwitterreddit

Stefano Pioli ha commentato ai microfoni di Sky Sport la vittoria ottenuta contro il Bologna, che ha permesso ai rossoneri di portarsi momentaneamente in testa alla classifica di Serie A. Ecco le dichiarazioni dell'allenatore del Milan.

VITTORIA - "Siamo stati troppo frenetici, siamo entrati nel secondo tempo pensando che fosse già finita. In undici contro nove abbiamo gestito male la palla e non rischiare situazioni di palla inattiva. Forse Ibra e Giroud insieme hanno un pò disorientato i compagni. La vittoria di stasera è molto importante, le gare dopo la Champions contro avversari che hanno tutta la settimana per prepararle sono sempre difficili. Dobbiamo migliorare, ma è stata una vittoria pesantissima. Ora pensiamo a martedì contro una squadra che ha riposato più di noi. Certe leggerezze dobbiamo evitarle".

GIROUD - "Sul 2-2 volevo mettere comunque i due attaccanti, poi la seconda espulsione ci ha agevolato ma lo avremmo fatto comunque".

DIALOGO CON IBRAHIMOVIC - "Ibra a fine partita mi ha detto che era veramente stanco, io gli ho risposto che l’importante è vincere le partite. Siamo maturati molto, il risultato è troppo importante. Grande primo tempo, secondo tempo da rivedere soprattutto nell’approccio".

Zlatan Ibrahimovic
Zlatan Ibrahimovic / Jonathan Moscrop/GettyImages

CONDIZIONE FISICA DELLA SQUADRA - "I dati fisici sono ottimi ma continuo a ribadire che la testa fa la differenza. Ci abbiamo creduto fino alla fine. C’è un pò di stanchezza ma la nostra mentalità fa la differenza".

GIRONE DI CHAMPIONS - "Credo che nei primi 20 minuti di Liverpool abbiamo sofferto il ritorno in Champions dopo 7 anni, poi il Liverpool sotto questo aspetto è una top in Europa. Con l’Atletico non posso rimproverare nulla ai miei mentre col Porto siamo stati mediocri in troppe situazioni e quindi la sconfitta è stata giusta. Tuttavia credo che la Serie A stia migliorando sul piano del ritmo, dell’intensità e della voglia di giocare a viso aperto. Poi torniamo in Champions dopo anni, sapevamo che avremmo beccato squadre forti. Dopo Bologna e Roma proveremo a fare bene nelle ultime tre del girone".

PARTITE DOPO LA SOSTA - "Col Verona siamo andati in doppio svantaggio ma non lo meritavamo. Sono comunque squadre che mettono in difficoltà tante avversarie, lo stesso Bologna ha dato tre goal alla Lazio dieci giorni fa. Poi dentro le partite ci sono momenti in cui si può soffrire ma sono passaggi normali. Noi dobbiamo sfruttare le nostre qualità che non sono poche".


Segui 90min su Instagram.

facebooktwitterreddit