Tutto quello che c'è da sapere in merito allo Shakhtar Donetsk, prossimo avversario dell'Inter in Europa League

FBL-EUR-C3-SHAKHTAR DONETSK-BASEL
WOLFGANG RATTAY/Getty Images

Saranno gli ucraini dello Shakhtar Donetsk gli avversari dell'Inter nella semifinale d'Europa League in programma tra pochi giorni in campo neutro in Germania. La formazione est-europea, che ieri sera ha eliminato il Basilea ai quarti, lunedì se la vedrà faccia a faccia con i nerazzurri di mister Antonio Conte alla Merkur Spiel-Arena di Düsseldorf: andiamo a scoprire i loro pregi e difetti.

Il cammino in Europa League

Taison, Alan Patrick
Pool/Getty Images

Esattamente come l'Inter, anche lo Shakhtar ha concluso il suo girone di Champions League al terzo posto (alle spalle di Man City ed Atalanta) ed è passato in Europa League. Ai sedicesimi la squadra di mister Castro ha superato il Benfica, agli ottavi il Wolfsburg mentre ai quarti il Basilea. Per strappare il pass per la finalissima ora c'è per l'appunto da battere l'Inter.

Il cammino nel campionato ucraino

Taison
Pool/Getty Images

Lo Shakhtar ha concluso l'ultimo campionato ucraino in vetta a quota 59 punti con un distacco di ben 14 punti dalla Dinamo Kiev conquistando il 13esimo titolo della sua storia (il quarto di fila). Con questo risultato la squadra arancio-nera si è matematicamente qualificata alla fase a gironi di Champions del prossimo anno.

La formazione tipo

Taison
DeFodi Images/Getty Images

Luis Castro è solito schierare i suoi con il 4-2-3-1 ma non sono mancate le occasioni in cui ha rivisto i propri piani scegliendo il 4-3-3. Lo Shakhtar gioca un calcio prevalentemente offensivo (82 gol messi a segno fin qui in questa stagione tra tutte le competizioni), può contare su un gruppo squadra coeso che gioca assieme da diverso tempo e su diversi giocatori di talento (13 dei quali sono del Brasile o di origine comunque sudamericana).

La formazione tipo schierata con il 4-2-3-1: Pyatov; Dodò, Bondar, Kryvtsov, Matvienko; Stepanenko, Marcos Antonio; Marlos, Taison, Konoplyanka; Junior Moraes.

La stella

Yevhen Konoplyanka
Robbie Jay Barratt - AMA/Getty Images

Il giocatore di maggior talento dello Shakhtar è senza dubbio Yevhen Konoplyanka. Rientrato in patria in questa stagione dopo le esperienze al Siviglia e allo Schalke 04, il fantasista classe 1989 grazie alla sua spiccata duttilità tattica può essere schierato praticamente su tutto il fronte offensivo (come ala o all'occorrenza anche come seconda punta). Destro naturale, il giocatore fa della grande velocità, della tecnica e del tiro dalla distanza i suoi punti di forza. In questa stagione ha realizzato 5 gol e 3 assist in 29 presenze.

Segui 90min su FacebookInstagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo dell'Inter e della Serie A!