Primo Piano

Tutti gli obiettivi rimasti in ballo nei principali campionati europei

Francesco Castorani
Tottenham Hotspur v Arsenal - Premier League
Tottenham Hotspur v Arsenal - Premier League / Marc Atkins/GettyImages
facebooktwitterreddit

C'è ancora incertezza a pochi punti dal termine dei principali campionati europei. In alcuni casi abbiamo già le prime vincitrici, le prime retrocesse e le squadre matematicamente in Champions League, ma in ogni campionato devono essere ancora emessi tutti i verdetti di fine stagione. Entriamo nel dettaglio.

Premier League

La corsa al titolo sta per decidersi. Con il Manchester City in vantaggio di tre punti sul Liverpool serve un miracolo ai reds per provare a laurearsi campione, mentre a Guardiola servono 4 punti contro West Ham e Aston Villa nelle ultime due gare della stagione. Discorso più ingarbugliato per la zona Europa. Il Chelsea ha la qualificazione in Champions in tasca, mentre la vittoria di ieri di Conte su Arteta ha riaperto seriamente la lotta tra Tottenham e Arsenal per il quarto posto; una rimarrà fuori e i gunners hanno un punto di vantaggio.

FBL-ENG-PR-CRYSTAL PALACE-WATFORD
FBL-ENG-PR-CRYSTAL PALACE-WATFORD / DANIEL LEAL/GettyImages

Lo United è matematicamente fuori dalla Champions è ha 3 punti di vantaggio sul West Ham, attualmente settimo. I red devils hanno anche una gara in più e dovranno difendere la sesta piazza dall'attacco della squadra di Moyes che, ad oggi, sarebbe qualificata per la Conference. Le retrocesse sono già due (Norwich e Watford) e ne scenderà un'altra tra Burnley, Leeds ed Everton con i toffees in leggero vantaggio.

Liga

Il Real Madrid è campione da due giornate, Barcellona e Atletico sono matematicamente in Champions; il quarto posto sarà una lotta impari tra le due di Siviglia con Lopetegui che ha bisogno di un solo punto per lasciare il Betis quinto. La squadra di Pellegrini è già in Europa League grazie alla vittoria in Copa del Rey e in vantaggio per l'altro posto nella seconda competizione europea c'è la Real Sociedad, seguita dal Villarreal, a -3 e attualmente in Conference. L'Athletic si aggrappa alla matematica, ma 4 punti dal submarino sembrano troppi da recuperare in due giornate.

Discorso salvezza ancora aperto. Ieri i 6 gol incassati dal Levante al Bernabeu hanno definito la retrocessione in Segunda della squadra di Lisci. Alavés e Mallorca sono le altre due virtualmente retrocesse e hanno rispettivamente quattro e due punti di svantaggio sul Cadice quartultimo. Il Granada è a +4 dalla terzultima e al momento può dormire sonni abbastanza tranquilli.

Serie A

Lo scudetto italiano potrebbe decidersi alla prossima o all'ultima giornata. Tra Milan e Inter c'è un testa a testa che va avanti da mesi e vede in vantaggio i rossoneri di Pioli. Per la Champions le quattro del prossimo anno sono definite da tempo: oltre alla due milanesi sono sicure di un posto Napoli e Juventus. C'è bagarre nelle posizioni dalla quinta all'ottava. Quattro squadre in 3 punti con la Lazio a 62 e Roma, Fiorentina e Atalanta a 59. Al momento i biancocelesti sono i favoriti e l'Atalanta la squadra sfavorita se guardiamo agli scontri diretti con gli altri, ma un eventuale vittoria della Roma in Conference League cambiare ancora gli scenari.

US Salernitana v Cagliari Calcio - Serie A
US Salernitana v Cagliari Calcio - Serie A / Ivan Romano/GettyImages

Non c'è nessuna squadra retrocessa e nessuna salva tra le ultime sei. Al momento le più probabili in Serie B il prossimo anno sono Venezia e Genoa, mentre Cagliari e Salernitana si giocano la quartultima posizione con il coltello fra i denti. Spezia e Sampodria hanno 4 punti di vantaggio, ma non sono ancora escluse dal discorso retrocessione.

Bundesliga

In Germania il Bayern Monaco è campione da diverse settimane e Dortmund e Leverkusen sono sicure di secondo e terzo posto e quindi della qualificazione alla prossima Champions; il Lipsia non è ancora certo della quarta posizione, ma gli basta un pareggio per assicurarsi la massima competizione europea. Ha perso la quarta piazza nell'ultimo turno proprio il Friburgo, sconfitto dall'Union Berlino, ma quasi matematicamente in Europa League. Competizione in cui dovrebbe figurare il prossimo anno proprio l'Union, anche se il Colonia è in agguato in settima posizione (Conference) pronto ad approfittare di un eventuale scivolone.

Sport-Club Freiburg v 1. FC Union Berlin - Bundesliga
Sport-Club Freiburg v 1. FC Union Berlin - Bundesliga / Christian Kaspar-Bartke/GettyImages

In Zweite il prossimo anno giocherà sicuramente il Greuther Furth. Il Bielefeld deve vincere nell'ultimo turno e sperare che lo Stoccarda perda per provare a giocare lo spareggio, mentre all'Hertha basta un punto per evitarlo matematicamente.

Ligue 1

In Francia il PSG ha già festeggiato il campionato ed è l'unico verdetto emanato dalla Ligue 1. Il Marsiglia andrà quasi certamente in Champions League, mentre il Monaco dovrà resistere agli attacchi di Nizza e Rennes, attualmente quarta e quinta forza del campionato. Lione e Lille non giocheranno coppe il prossimo anno, mentre Strasburgo e Lens possono ancora sperare. Un posto in Europa League è già occupato dal Nantes, vincitore della Coppa francese.

FBL-FRA-LIGUE1-NANTES-RENNES
FBL-FRA-LIGUE1-NANTES-RENNES / SEBASTIEN SALOM-GOMIS/GettyImages

Le probabili, ma non ancora matematiche retrocesse in Ligue 2 sono Bordeaux e Metz con il St. Etienne che attualmente giocherebbe lo spareggio. Non è escluso dal discorso spareggio il Lorient, mentre possono stare abbastanza sereni i tifosi del Clermont.


Segui 90min su Twitch.

facebooktwitterreddit