Mondiali 2022

Tutte le stelle che non prenderanno parte ai Mondiali in Qatar

Stefano Oriolo
Erling Haaland
Erling Haaland / Dean Mouhtaropoulos/GettyImages
facebooktwitterreddit

Le qualificazione per Qatar 2022 sono quasi concluse e molte compagini più o meno blasonate hanno dovuto salutare prematuramente il sogno Mondiale. L'Italia e la Norvegia di Haaland in Europa, Il Cile e la Colombia nelle eliminatorias sudamericane, l'Egitto e la Nigeria in Africa, sono solo alcune delle "grandi assenti" che non staccheranno il pass per il mondiale qatariota.

Verdetti pesanti, che costringeranno tantissimi top player ad essere assenti alla fase finale del torneo calcistico più importante al mondo. Ecco alcuni dei nomi più blasonati che non saranno presenti al "grande ballo":

1. Erling Haaland

Erling Haaland
Haaland / Dean Mouhtaropoulos/GettyImages

Il centravanti del Borussia Dortmund e della Nazionale norvegese era uno dei nomi più attesi, malgrado ciò Haaland dovrà rimandare il proprio esordio ad una competizione per Nazionali dopo aver fallito anche quella per Euro 2020.

2. Mohamed Salah

Mohamed Salah
Salah / Getty Images/GettyImages

Doppia beffa per l'Egitto di Momo Salah, che dopo la sconfitta in finale di Coppa d'Africa contro il Senegal vede sfumare anche il sogno mondiale sempre per mano dei "Leoni della Teranga" , in un match dove non sono mancate le polemiche a fine gara, con l'Egitto che ha presentato persino una protesta formale alla Fifa per l'uso di laser durante i decisivi calci di rigore e per gli insulti ricevuti.

3. Victor Osimhen

Victor Osimhen
Osimhen / Francesco Pecoraro/GettyImages

Victor Osimhen dovrà rimandare il proprio esordio ad un Mondiale. Nonostante una rosa intrisa di giocatori provenienti dalla Premier League, la Nigeria viene beffata nella partita decisiva per mano del Ghana, il tutto aggravato dall'invasione di campo e dai conseguenti scontri avvenuti al termine della partita dove un medico antidoping della Fifa ha perso la vita.

4. Zlatan Ibrahimovic

Zlatan Ibrahimovic
Ibrahimovic / Jonathan Moscrop/GettyImages

Continua il rapporto pessimo tra Zlatan Ibrahimovic e i Mondiali. Con 0 goal all'attivo nella competizione e nonostante il suo ritorno in Nazionale, la Svezia viene eliminata nella finalissima dei playoff dalla Polonia di Lewandowski. Un eliminazione amara per Zlatan, che probabilmente, vista la carta d'identità, vede sfumare per sempre il suo sogno mondiale da giocatore.

5. Cuadrado, Muriel e Zapata

FBL-WC-2022-SAMERICA-QUALIFIERS-COL-BOL
Cuadrado / RAUL ARBOLEDA/GettyImages

Dopo la partecipazione ai Mondiali del 2014 e del 2018, i Cafeteros saranno costretti a guardare il Mondiale da casa avendo chiuso il girone delle eliminatorias sudamericane un punto in meno rispetto al Perù di Gianluca Lapadula che andrà a giocarsi gli spareggi validi per la sesta qualificazione ad un Mondiale di calcio.

6. Sanchez e Vidal

Arturo Vidal
Vidal / Marcelo Hernandez/GettyImages

Proprio come l'Italia anche il Cile manca per la seconda volta consecutiva la qualificazione ad un mondiale. Per Vidal e Sanchez era probabilmente l'ultima chiamata valevole per la competizione, in una Nazionale con molti elementi a fine carriera e con pochi giovani di prospettiva.

7. Edin Dzeko

Edin Dzeko
Dzeko / PressFocus/MB Media/GettyImages

Dopo aver targato la storica qualificazione a Brasile 2014 con sua Bosnia, Edin Dzeko non è riuscito a replicare il "miracolo" collezionando soltanto un quarto posto nel gruppo D valevole per Qatar2022 dietro a Francia, Ucraina e Finladia. Anche per il bomber dell'Inter, dall'alto dei suoi 36 anni era l'ultima possibilità di partecipare ad un mondiale da giocatore.

8. Gli Italiani

Turkey v Italy - International Friendly
Nazionale azzurra / Claudio Villa/GettyImages

Da Donnarumma a Immobile, da Barella a Verratti, da Chiellini a Chiesa. Sono tanti i nomi di prestigio della nazionale azzurra che dovranno rinunciare al mondiale qatariota, molti dei quali a fine carriera. La recente eliminazione in semifinale dei playoff contro la Macedonia, 67esima nel ranking mondiale, si aggiunge alla mancata qualificazione avvenuta 4 anni prima per mano della Svezia.

9. Hakan Calhanoglu

Hakan Calhanoglu
Calhanoglu / Quality Sport Images/GettyImages

Il secondo posto nel gruppo G guidato dall'Olanda è valsa ad Hakan e co. la qualificazione ai playoff dove nonostante tutto non hanno potuto nulla contro il Portogallo di Cristiano Ronaldo che si è imposto per 3-1. Niente esordio ai Mondiali quindi per Calhanoglu visto che l'ultima presenza della sua nazionale al torneo risale a 2002.

10. Riyad Mahrez

Riyad Mahrez
Mahrez / Craig Mercer/MB Media/GettyImages

Sicuramente la classe sopraffina dell'algerino sarebbe stato uno spettacolo piacevole per gli amanti del calcio, ma purtroppo, nonostante il primo posto nel gruppo A, l'Algeria è dovuta piegarsi al Camerun, rinunciando così al volo diretto in Qatar. A nulla è servita la vittoria all'andata dei play off per 1-0, la formazione camerunense nel match di ritorno è riuscita a ribaltare il risultato imponendosi per 2-1.

11. Franck Kessie

Franck Kessie
Kessié / Sebastian Frej/MB Media/GettyImages

Momento difficile per Franck Kessié che oltre alle vicissitudini con il Milan, con la consolazione però di un prossimo approdo al Barcellona, vede volatilizzarsi anche il sogno mondiale. Nonostante rappresenti la potenza del calcio africano, la Costa d'Avorio non va oltre il secondo posto nel proprio gruppo di qualificazione alle spalle del Camerun.

facebooktwitterreddit