Paulo Dybala

Tutte le armi di Roma e Napoli per convincere Paulo Dybala

Simone Catanzaro
Dybala in Nazionale
Dybala in Nazionale / Juan Manuel Serrano Arce/GettyImages
facebooktwitterreddit

Doveva essere la gemma più preziosa tra gli svincolati, quello che ci avrebbe messo meno tempo a trovare una squadra date le qualità del giocatore e l'opportunità di acquistarlo a parametro zero. Invece quello di Dybala sta diventando un vero e proprio tormentone che tiene col fiato sospeso tutti i tifosi, speranzosi di vedere il giocatore con la maglia della propria squadra.

C'è chi sostiene che Dybala sia sempre stato un talento mai consacrato del tutto, complici sicuramente i numerosi infortuni che ne hanno caratterizzato la carriera negli ultimi anni, ma anche per via di quella sensazione di incompiutezza e incostanza nelle partite decisive.

Questi due fattori hanno sicuramente inciso nella decisione della Juventus di non procedere con il rinnovo contratto, mettendolo addirittura fuori dal progetto tecnico, a detta dello stesso Arrivabene.

Un finale che in pochi si sarebbero aspettati per un giocatore che ha bisogno di sentirsi "al centro del villaggio" per esprimere il meglio di sé.

AS Roma v Venezia FC - Serie A
Tifosi AS Roma / Silvia Lore/GettyImages

E proprio al centro del villaggio potrebbe esserlo alla Roma, piazza capace di coccolare i propri giocatori in maniera passionale, dato il rapporto viscerale tra città e squadra.

Su Dybala alla Roma si è espresso a più riprese Francesco Totti, il quale ha anche dato il placet per consegnare alla Joya la maglia numero 10. Un'investitura importante da un campione che per l'intera carriera è stato il simbolo della propria squadra.

Inoltre anche José Mourinho vedrebbe di buon occhio l'arrivo di Dybala in giallorosso, in quanto necessiterebbe di un giocatore in grado di aumentare il tasso tecnico, capace di segnare e far segnare. Con Zaniolo non ancora tornato ai livelli che ci aveva abituato, quella di Dybala sembra essere una seria candidatura per l'attacco giallorosso. Anche a livello mediatico l'argentino sarebbe un colpo da novanta per la Roma, in grado di mantenere alto l'entusiasmo intorno alla squadra dopo la vittoria della Conference League, trofeo tornato a Roma sponda giallorossa 14 anni dopo l'ultima volta.

Al momento, da quanto filtra dalle stanze del calciomercato, secondo dirigenza giallorossa arrivo dell'argentino sarebbe collegato all'eventuale partenza dell'attuale 22 giallorosso. Ma con un mercato ancora lungo mai dire mai.

SSC Napoli v Athletic Club - UEFA Champions League
Aurelio De Laurentis / Fabio Iona - Corbis/GettyImages

Se, come detto, Dybala per tornare a splendere ha bisogno di giocare per un popolo che lo ami, oltre che per una squadra, il collegamento al Napoli è facile. I tifosi, caldi e passionali, generosi ed esigenti sanno come "adottare" i giocatori azzurri rendendoli veri a propri figli di quella terra. "Ciro" Mertens insegna. Inoltre trattandosi di un dies argentino, mancino il collegamento col passato sarebbe immediato.

La società partenopea ha bisogno di un leader tecnico capace di prendere in mano la squadra e risultare decisivo negli ultimi venti metri. Per la dirigenza è più di una suggestione visto che pochi giorni fa, dal ritiro azzurro, Spalletti ha confessato di apprezzare molto Dybala, volendo "farlo crescere ancora".

Al Napoli non indosserebbe materialmente la maglia numero 10, ma sarebbe il faro del gioco offensivo degli azzurri che hanno bisogno di ritrovare certezze e tornare a sognare in grande, dopo aver assistito agli addii di veri e propri simboli come Insigne e Koulibaly.

Paulo Dybala
Dybala a segno in Nazionale / Marc Atkins/GettyImages

In tutto ciò il dubbio sull'ingaggio: abbassare o mantenere intatte proprie richieste economiche. Valutazioni e ragionamenti che presto porteranno ad una soluzione. Quel che è certo è che adesso è il momento che "u picciriddu" torni ad essere grande.

facebooktwitterreddit