Fiorentina

Torreira-Fiorentina, c'è la rottura: cause e retroscena del divorzio

Giovanni Benvenuto
Lucas Torreira
Lucas Torreira / Marco Canoniero/GettyImages
facebooktwitterreddit

Dopo il successo casalingo ottenuto contro la Juventus, la Fiorentina è riuscita a staccare il pass per l'Europa. Il club gigliato parteciperà alla prossima Conference League grazie al settimo posto ottenuto in questa stagione. Ma la città e il club hanno avuto un brusco risveglio: Lucas Torreira, pallino e faro della mediana di Vincenzo Italiano, non continuerà la sua parentesi con i viola.

Secondo quanto riportato dal portale Calciomercato.com sono stati ritenuti alquanto elevati per la Fiorentina i 15 milioni del riscatto dall'Arsenal. Non solo: chiesta, nella trattativa, anche un'ulteriore rinuncia del giocatore sull'ingaggio (già ridotto dai 3,4 ai 2,7 milioni a stagione). Torreira, dopo il fischio finale della sfida contro la Juve, è apparso poco coinvolto nei festeggiamenti. Tutto sembrava essere preannunciato, tanto che l'assenza dal primo minuto di Torreira era legata anche a dei bonus da pagare all'Arsenal.

Lucas Torreira
Lucas Torreira / Giuseppe Bellini/GettyImages

L'agente Pablo Bentancur, ai microfoni di FiorentinaNews.com, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni a riguardo: “Lucas ama, adora la città di Firenze. E’ molto deluso, c’è poco da aggiungere. Deluso per il comportamento della società ovviamente, non per l’esperienza calcistica o la città, ripeto, si era innamorato di Firenze. Quando concordammo il prestito da 1,5 milioni con l’Arsenal l’estate scorsa, abbiamo fissato il diritto di riscatto a 15 milioni, pagabili in 6 rate da 2,5 entro il 2025. Avevamo concordato un ingaggio con la Fiorentina per le stagioni a venire da 2,7 milioni netti all’anno. La Fiorentina però ora voleva abbassare sia lo stipendio che il costo del cartellino. Non abbiamo potuto accettare noi e non ha accettato neanche l’Arsenal”. 


Segui 90min su Instagram.

facebooktwitterreddit