Serie A

Serie A, la top 11 presentata dal CIES: tanta Inter, un solo rossonero e nessuno juventino

Francesco Giagnorio
La Top 11 della Serie A 2020-21 secondo il CIES
La Top 11 della Serie A 2020-21 secondo il CIES / 90min Italia
facebooktwitterreddit

L'osservatorio statistico del calcio, il CIES, ha reso nota la sua top 11 del campionato di Serie A. Domina l'Inter Campione d'Italia, soltanto un giocatore del Milan, nessuno della Juventus. Ecco dunque di seguito top 11 del CIES con dati, statistiche e rendimento.

1. Samir Handanovic (Inter)

Samir Handanovic
Samir Handanovic, portiere dell'Inter / Jonathan Moscrop/Getty Images

Il portiere e capitano dell'Inter si conferma ancora una volta come tra i migliori portieri del nostro campionato. Nonostante sia giunto alle 36 primavere è ancora in grado di tenere un livello altissimo, come testimoniano i suoi numeri: in 37 presenze ha collezionato 15 clean sheet e subito appena 33 reti, meno di una a partita. Anche due rigori parati su sei, ma poi ha subito gol su entrambe le ribattute.

2. Achraf Hakimi (Inter)

Achraf Hakimi
Achraf Hakimi, esterno dell'Inter / Maurizio Lagana/Getty Images

L'esterno tutto campo dell'Inter è stato sicuramente uno dei migliori del nostro campionato, rivelandosi un acquisto più che azzeccato per la causa nerazzurra. L'esterno marocchino per rendimento è tra i migliori non solo dei suoi ma di tutto il campionato, sono 7 le reti e 10 gli assist in 37 presenze per il classe 98' che ha attirato su di sé le attenzioni delle grandi d'Europa.

3. Stefan De Vrij (Inter)

Stefan De Vrij
Stefan De Vrij, difensore dell'Inter / Soccrates Images/Getty Images

Il centrale olandese da quando è arrivato all'Inter è diventato un perno della difesa e la sua titolarità non è mai stata messa in discussione. Anche quest'anno quasi sempre presente: 32 partite su 38 condite da una rete e appena due ammonizioni, senza cartellini rossi. Numeri che fanno di De Vrij un giocatore anche molto corretto oltre ad essere tra i migliori nel suo ruolo.

4. Alessandro Bastoni (Inter)

Alessandro Bastoni
Alessandro Bastoni, difensore dell'Inter / Marco Luzzani/Getty Images

Il difensore italiano classe 1999 è diventato un uomo chiave per Antonio Conte, tanto che lo scorso anno il mister fece fuori un certo Diego Godin per far spazio a Bastoni. Il difensore azzurro ha ricambiato la fiducia del tecnico a suon di prestazioni, in questa stagione sono state 33 le presenze senza segnare gol, ma fornendo 3 assist. Le ammonizioni collezionate sono 6, ma non ha ricevuto alcun cartellino rosso.

5. Robin Gosens (Atalanta)

FBL-ITA-SERIEA-SASSUOLO-ATALANTA
Robin Gosens, esterno dell'Atalanta / MIGUEL MEDINA/Getty Images

Anche quest'anno Robin Gosens si è dimostrato come uno dei migliori esterni del nostro campionato. Numeri incredibili che certificano sempre di più la crescita esponenziale del calciatore dell'Atalanta: in questa stagione ha totalizzato in 32 presenze 11 reti e 6 assist, anche 7 ammonizioni e una espulsione per doppio giallo. In termini di reti è la sua miglior stagione, mentre per quanto riguarda gli assist ha fatto meglio lo scorso campionato, quando erano 8 gli assist e solo 9 i gol, ma anche le presenze erano superiori, 34. In termini di rendimento complessivo ha comunque partecipato a 17 gol per due anni di fila, irrinunciabile per la Dea.

6. Rodrigo De Paul (Udinese)

Rodrigo De Paul
Rodrigo De Paul, centrocampista dell'Udinese / Jonathan Moscrop/Getty Images

Una stagione eccezionale per Rodrigo De Paul. Il centrocampista argentino giunto ai 27 anni e alla quinta stagione in Serie A sembra aver raggiunto la piena maturità. Capace di ricoprire tutti i ruoli del centrocampo, quest'ultima è stata la sua miglior stagione in Serie A: in 36 presenze 9 le reti (eguagliato il record personale raggiunto nella stagione 2018/19) e 10 gli assist, mai ne aveva fatti registrare così tanti nel nostro campionato. L'unica nota negativa per il capitano dell'Udinese sono state le due espulsioni, di cui una diretta, ma di fronte a numeri del genere si può tranquillamente sorvolare.

7. Marcelo Brozovic (Inter)

Marcelo Brozovic
Marcelo Brozovic, centrocampista dell'Inter / Soccrates Images/Getty Images

Da anni ''Epic Brozo'' comanda il centrocampo nerazzurro, titolare inamovibile del centrocampo nerazzurro, il suo lavoro è sempre stato più che prezioso. I suoi numeri stagionali recitano 2 gol e 6 assist in 33 presenze, non è certo stata la sua miglior stagione in termini di rendimento, ma il suo lavoro da mediano puro è stato fondamentale nello scacchiere di Antonio Conte, ha difficilmente fatto a meno di lui.

8. Hakan Calhanoglu (Milan)

Hakan Calhanoglu
Hakan Calhanoglu, centrocampista del Milan / Jonathan Moscrop/Getty Images

L'evoluzione del centrocampista turco sotto la guida di Pioli è stata incredibile: se prima Calhanoglu sembrava più un oggetto misterioso, con Pioli è cresciuto tantissimo diventando un uomo chiave. Sulla trequarti ha dettato legge quest'anno, 4 gol e ben 10 assist in 33 presenze, solo 4 ammonizioni e tanta sostanza in mezzo al campo. Non ha ancora rinnovato il suo contratto con il Milan, ma di fronte a questi numeri difficilmente i rossoneri si priveranno di un uomo così importante.

9. Domenico Berardi (Sassuolo)

Domenico Berardi
Domenico Berardi, attaccante del Sassuolo / Emilio Andreoli/Getty Images

L'ala del Sassuolo e della Nazionale ci ha fornito l'ennesima grande stagione. Record di gol quest'anno per Berardi che ormai milita in Serie A da così tanto tempo che ha anche acquisito la giusta esperienza e maturità. In 30 partite ha segnato 17 reti, mai ne aveva segnate così tante in Serie A, e fornito 8 assist, dimostrando ancora una volta non solo come il suo contributo sia fondamentale, ma anche che è uno dei migliori esterni italiani in circolazione. Indossa anche spesso la fascia da capitano, altra testimonianza di come sia un uomo chiave per i neroverdi.

10. Romelu Lukaku (Inter)

Romelu Lukaku
Romelu Lukaku, attaccante dell'Inter / Marco Luzzani/Getty Images

Anche in questo campionato Lukaku si è confermato al top, migliorando ulteriormente il rendimento dello scorso campionato. Che fosse un grande attaccante si era già capito, ma in questa stagione è stato davvero determinante. In 36 presenze 24 gol e 10 assist, in tutte le partite in cui ha giocato è come se l'Inter partisse già da 1-0. Il dato che sorprende più di tutti e che ci fa notare come Big Rom sia diventato un attaccante completo è quello degli assist: se i gol sono 24, uno in più dell'anno scorso, gli assist sono ben 10, che rispetto ai due dello scorso anno rappresentano una grande crescita sul piano tattico e della generosità, impossibile fare a meno di uno come lui, tant'è che l'Inter nonostante i problemi economici l'ha comunque blindato.

11. Lorenzo Insigne (Napoli)

Lorenzo Insigne
Lorenzo Insigne, attaccante del Napoli / Gabriele Maltinti/Getty Images

Una stagione di altissimo livello per il capitano del Napoli che sotto porta è diventato devastante, oltre ad essere molto generoso in ogni zona del campo. Sono 19 i gol per l'esterno azzurro, mai ne aveva segnati così tanti e sono anche 7 gli assist, il tutto in 35 presenze. Non ha raggiunto il suo record di assist, ma con la partecipazione a 26 reti, al pari della stagione 16/17 ha eguagliato il suo rendimento complessivo, continuando a scrivere la storia della squadra della sua città.


Segui 90min su Instagram

facebooktwitterreddit