Primo Piano

La Superlega salverà il calcio: i 10 motivi nella lettera di Agnelli e Perez all'UE

Andrea Gigante
Real Madrid, Juventus, Barcellona
Real Madrid, Juventus, Barcellona / Visionhaus/GettyImages
facebooktwitterreddit

Juventus, Real Madrid e Barcellona non abbandonano il progetto Superlega. Dopo le numerose critiche ricevuto lo scorso aprile, i presidenti dei tre club hanno rivisto la proposta e sono pronti a tornare alla carica.

Oggi alle 17.30 Andrea Agnelli prenderà parte al Business of Football Summit organizzato dal Financial Times, ma non sappiamo se nel suo discorso annuncerà la Superlega 2.0. Nel frattempo però dalla Spagna arrivano le prime indiscrezioni sui nuovi capisaldi della proposta.

In particolare, Agnelli e Florentino Perez hanno inviato all'Unione Europea un documento dal titolo “ripensare il futuro del calcio in UE”. Nelle pagine finali del capitolo dedicato al progetto Superlega, si leggono i dieci motivi per i quali, secondo i suoi promotori, il progetto mira a tutelare il futuro del calcio.

  1. Non è una proposta di fuga;
  2. Sarà eliminato il concetto di membri permanenti, con apertura a tutti i club europei;
  3. È un riconoscimento del fatto che il sistema non funziona più;
  4. Il ruolo della UEFA crea conflitti strutturali;
  5. Legami sempre più stretti di alcuni proprietari di club con Stati non membri;
  6. Mancano partite di alta qualità;
  7. I controlli finanziari sono inadeguati;
  8. Manca trasparenza e accountability nei meccanismi di solidarietà;
  9. L’Unione Europea sta progressivamente perdendo il controllo sul calcio;
  10. Club di grandi città che si trovano in Stati membri più piccoli non possono competere nell’attuale modello UEFA.

Il punto principale riguarda il cambio del format. Se inizialmente la Superlega era stata immaginata come una competizione di élite, adesso Juve, Real e Barça fanno marcia indietro, dando una parvenza - seppur minima - di democraticità al progetto.

Tenendo da parte le critiche nei confronti dell'UEFA, nella lista spicca il punto 5 che costituisce una polemica (nemmeno tanto) velata nei confronti di Nasser Al-Khelaifi, presidente del Paris Saint-Germain che lo scorso aprile fu uno dei primi a scagliarsi contro la Superlega.


Segui 90min su Twitch.

facebooktwitterreddit