Primo Piano

Tebas sulla Superlega: "Laporta, Florentino Perez e Agnelli sono naufraghi"

Alessio Eremita
Javier Tebas
Javier Tebas / Pablo Cuadra/Getty Images
facebooktwitterreddit

La querelle legata alla Superlega Europea continua senza sosta. A lanciare un nuovo attacco ai club ancora dentro al progetto (Real Madrid, Barcellona e Juventus) è Javier Tebas. Il presidente della Liga, nel corso della sua intervista rilasciata al quotidiano spagnolo Sport, ha inoltre accusato Joan Laporta di soffrire di complessi di inferiorità nei confronti di Florenzino Perez. Queste le sue parole: "​Che i naufraghi (Laporta, Perez e Andrea Agnelli, ndr) vadano avanti insieme! Non si rendono conto che gli inglesi non sono già parte di questa battaglia. Barcellona e Real Madrid sono ancora in tempo per aderire all’accordo e lo vogliamo, sarebbe il massimo per il calcio spagnolo. Ma cresceremo, nonostante il Real Madrid". 

Joan Laporta, Florentino Perez
Joan Laporta, Florentino Perez / Angel Martinez/Getty Images

"La Superlega non è una questione economica, ma di potere. Vogliono organizzare tutto a loro piacimento: quell’idea è ancora viva, soprattutto in Florentino Perez. Non penso che, nonostante tutto, Laporta ragioni in questo modo", ha concluso Tebas. Insomma, tra provocazioni e minacce l'obiettivo è quello di preservare l'integrità del calcio europeo e ridurre ancor più il numero di club aderenti alla Superlega. Una missione quasi impossibile.


Segui 90min su Telegram per rimanere aggiornato su tutte le ultime novità di Serie A.

facebooktwitterreddit