La SuperLega all'attacco di UEFA e FIFA: pronta una nuova battaglia legale. I due enti accusati di monopolio

Antonio Parrotto
Andrea Agnelli
Andrea Agnelli / Nicolò Campo/GettyImages
facebooktwitterreddit

Il progetto SuperLega è più vivo che mai. Stando a quanto riportato dal Financial Times, i tre club 'ribelli', ovvero Real Madrid, Barcellona e Juventus, stanno pensando di intraprendere delle azioni legali contro UEFA e FIFA con l'intento di accusare gli organi di governo dello sport di infrangere le regole di concorrenza dell’Unione europea.

L'idea è quella di provare a smantellare una sorta di 'monopolio' che, secondo i tre club in questione, blocca la creazione di competizioni rivali. Una vittoria eventuale in questa nuova battaglia legale, potrebbe consentire ai club di avere un maggiore controllo sulle finanze.

Florentino Perez, Joan Laporta
Joan Laporta e Florentino Perez / Soccrates Images/GettyImages

Gira che ti rigira il discorso non prescinde dal dio denaro. Secondo gli atti del tribunale, la Superlega accusa UEFA e FIFA di abusare della loro posizione dominante. "Contrariamente ad altri mercati delle competizioni sportive, UEFA e FIFA mantengono e difendono strenuamente una posizione monopolistica nel calcio europeo che va contro la legge sulla concorrenza, nonostante gli sforzi di altri operatori per accedere al mercato" recita un documento del tribunale visto dal Financial Times.

Pronta la nuova azione legale con A22, una società con sede in Spagna che rappresenta i club della SuperLega, pronta a chiedere alla Corte di Giustizia di prendere posizione sul ruolo di UEFA e FIFA.


Segui 90min su Instagram.

facebooktwitterreddit