Storie di sponsor nel calcio: il modello Opel, l'espansione tedesca e le partnership storiche

Marco Deiana
May 3, 2021, 9:43 PM GMT+2
Storie di sponsor: il modello Opel
Storie di sponsor: il modello Opel / 90min Italia
facebooktwitterreddit

Uno dei più importanti sponsor commerciali ad entrare nel mondo del calcio, una volta sdoganate le partnership, è stato il marchio Opel. Il marchio della casa automobilistica tedesca è apparso in diverse maglie di top club europei a partire dagli anni '80, toccando uno dei punti più alti della sua presenza nel calcio negli anni '90. Gli anni 2000 invece hanno portato ad un cambio di strategia, con l'ingresso e l'espansione nel mercato locale, ossia tra le mura amiche della Germania.

Partnership storiche

Una parte del budget destinato alle sponsorizzazioni, la Opel l'ha spostato nel calcio. Fin dagli anni '80 l'azienda tedesca ha puntato sullo sponsor di maglia di diverse realtà europee per pubblicizzare il proprio marchio. Una delle prime società ad aver trovato un accordo di partnership con la Opel è stata la Fiorentina. Nella metà degli anni '80 la squadra viola è scesa in campo nei campi di Serie A con il brand della casa automobilistica tedesca bene in vista nella propria maglia.

Il club toscano è stato solamente il primo di una lunga serie. Sempre negli anni '80 è infatti iniziata una lunga partnership tra Opel e lo Standard Liegi. Un matrimonio durato ben dodici anni, terminato a ridosso degli anni 2000. Mentre l'unione con i francesi del Bordeaux è durato pochi anni, a cavallo tra gli anni '80 e gli anni '90.

Più duraturo l'accordo con lo Sparta Praga. La Opel ha accompagnato il club ceco in uno dei cicli più importanti della storia del club, negli anni '90, con la squadra che poteva contare su calciatori come Pavel Nedved (che poi si consacrerà in Italia, vincendo anche il Pallone d'Oro) e sulla coppia gol Lokvenc-Horst Siegl.

Tra le sponsorizzazioni storiche della Opel troviamo anche quelle con il Paris Saint-Germain dal 1995 al 2002, quella con il Bayern Monaco dal 1989 al 2002 e quella con il Milan dal 1994 al 2006.

Bruno Rodriguez, Alessandro Costacurta
Una sfida tra PSG e Milan, entrambe con la partnership Opel / THOMAS COEX/Getty Images

Il rapporto con il Feyenoord

La Opel ha abbracciato anche il mercato olandese con un lungo matrimonio, anche se con una lunga pausa, con il Feyenoord. Partnership iniziata nella prima metà degli anni '80 ed interrotta all'inizio degli anni '90, per poi riprendere nel 2013 quando la casa automobilista tedesca ha deciso di aiutare il club olandese che si trovava in una crisi economica. L'accordo da 5 milioni di euro a stagione fino al 2017 ha permesso alla società di Rotterdam di superare gli ostacoli finanziari.

Una volta terminato il contratto, la Opel è rimasta all'interno del club fino al 2020 come Partner Premium (quindi senza il marchio nelle divise), in qualità di automotive partner, ossia ha fornito una flotta d'auto al club per gli spostamenti dei giocatori.

Le partnership con le nazionali

La presenza di Opel nel mondo del calcio non è legata solamente ai club ma il marchio tedesco ha avuto diverse partnership anche a livello di nazionali. La più importante è sicuramente quella che ha visto il legame dal 1985 al 2001 con l'Irlanda del Nord. La casa automobilistica è apparsa anche nel kit di allenamento della Francia al Mondiale '98 (in co-esclusiva con Canal +).

Allenamento francese al Mondiale 1998
Allenamento della Francia durante il Mondiale '98 / GABRIEL BOUYS/Getty Images

Gli accordi tramite Vauxhall

Dal 2011 al 2018 la Opel ha legato il proprio nome, anche se non direttamente, con le nazionali di Inghilterra, Galles, Scozia e Irlanda del Nord. Infatti le quattro nazionali sono state sponsorizzate da Vauxhall, casa automobilistica britannica che fabbrica e vende le auto del marchio tedesco nel territorio della Gran Bretagna.

L'espansione tedesca

Dal 2012 la Opel entra nel mercato tedesco con una serie di partnership. La più importante è sicuramente quella che la vede legata al Borussia Dortmund almeno fino al 2022 (ma nel contratto è presente un'opzione per altri due anni). Un matrimonio partito con un ruolo di Premium Partners e proseguito dal 2017 in poi come main sponsor. Infatti nella manica della maglia del club giallonero (per le gare in Bundesliga) è presente il marchio della casa automobilistica tedesca. Accordo, quest'ultimo, che porta nelle casse del club tedesco una cifra che oscilla dai 7 ai 10 milioni di euro l'anno, a seconda dei risultati sportivi ottenuti.

Tra le altre partnership iniziate nel 2012, ma già terminate, spiccano quelle con Bayer Leverkusen, Friburgo e Fortuna Dusseldorf. In tutti e tre i casi si è trattato di una sponsorizzazione in qualità automotive partner.

Nel 2016 la Opel ha acquistato i diritti del nome dello stadio del Mainz, chiamato Opel Arena. Questa partnership si concluderà al termine della stagione 2020-21.

Opel Arena
La OPEL Arena / Christian Kaspar-Bartke/Getty Images

Altre partnership

Tra le altre squadre che hanno legato il proprio nome a quello della Opel (e viceversa) c'è anche il Napoli. Per un biennio dalla stagione 2016-17 l'azienda tedesca è stata automotive partner del club partenopeo. Infine il Galatasaray, legato al marchio per tre stagioni e mezzo a partire dalla fine del 2012 per un incasso totale di poco meno di 2 milioni di euro l'anno. Oltre ad essere automotive partner, la Opel per la durata del contratto ha dato il nome ad un settore dello stadio del club turco.

Non solo club. La Opel nel 2012, nell'accordo con il Borussia Dortmund, ha trovato un accordo con l'allora tecnico dei giallorossi Jurgen Klopp. Il tecnico tedesco è diventato così ambasciatore della casa automobilistica. La partnership non si è interrotta dopo l'addio del tecnico dal Borussia e la firma con il Liverpool ed è ancora oggi attiva.

Tornei organizzati

Tra le attività nel mondo del calcio, la Opel ha organizzato anche tornei estivi. I classici triangolari/quadrangolari del precampionato che hanno visto protagonisti spesso club sponsorizzati dalla casa automobilistica.

Per quattro anni, dal 1996 al 2000 (ad esclusione del 1998), si è giocata la Opel Master Cup. Bayern Monaco, PSG e Milan hanno partecipato alle prime tre edizioni, con l'Hertha Berlino come quarta ospitante nella seconda edizione. Invece nell'ultima edizione, quella del 2000, oltre ai bavaresi (sempre presenti) sono state invitate Manchester United, Galatasaray e Real Madrid.

Nel 2018 e nel 2019 all'Opel Arena si è disputata la Opel Cup. Nella prima edizione hanno partecipato i padroni di casa del Mainz, l'Athletic Bilbao e la Fiorentina; nella seconda edizione invece sono scese in campo Mainz, Siviglia e Everton.

facebooktwitterreddit