Milan

Milan, Pioli: "Sogno Scudetto? Giusto cavalcare l'entusiasmo. Nessun dubbio su Kessié"

Alessio Eremita
Stefano Pioli
Stefano Pioli / Marco Luzzani/Getty Images
facebooktwitterreddit

Stefano Pioli, allenatore del Milan, ha parlato ai microfoni di DAZN al termine del match vinto contro l'Atalanta. Le sue dichiarazioni sulla prestazione dei rossoneri.

Atalanta BC v AC Milan - Serie A
Pioli e Gasperini / Pier Marco Tacca/Getty Images

VITTORIA - «Abbiamo fatto una grande prestazione: è una vittoria pesante che conclude un periodo molto impegnativo, in cui la squadra ha sempre risposto anche alle sconfitte. Stiamo crescendo e dobbiamo assolutamente continuare così. Ho chiesto uno sforzo importante. Brahim e Leao? Per gli attaccanti è più facile correre in avanti, cercando di essere pericolosi. Sono ragazzi con grandi qualità tecniche: abbiamo fatto bene la partita e sono soddisfatto della prestazione. È due anni che questa squadra sta giocando in un certo modo e ottiene risultati importanti. Ma dobbiamo restare umili. Conoscevamo il nostro avversario: abbiamo provato a svuotare un po' il centrocampo trovando. talvolta delle situazioni favorevoli. Quello che non abbiamo fatto bene nella prima mezz'ora di Liverpool, dove non eravamo stati dinamici, l'abbiamo fatto oggi: chi è marcato si deve muovere per ricevere, che sia un terzino, il mediano o il trequartista».

KESSIE - "Non ho dubbi sulle sue qualità e sui suoi atteggiamenti. È dentro il nostro lavoro, ma per il fisico che ha ha bisogno di più tempo. Oggi ha fatto una partita strepitosa: la prestazione di oggi mi ha ricordato quelle dell'anno scorso. Ho tante partite e tante soluzioni".

Franck Kessie, Giuseppe Pezzella
Franck Kessie, Giuseppe Pezzella / Marco Luzzani/Getty Images

SERIE A - "La Serie A sta migliorando grazie a tanti allenatori che fanno un calcio più propositivo. La Champions ci sta aiutando, ci ha fatto capire che serve legare intensità e qualità; sono cresciuto anche io, con il club che mi ha sostenuto e tutelato. Abbiamo le stesse motivazioni e ambizioni. Il Napoli è davanti a noi, la Juve rientrerà, l'Inter". 

ENTUSIASMO - "Devono cavalcare l'entusiasmo. È giusto che i miei giocatori pensino di essere migliori degli altri, poi sta a dimostrarlo partita dopo partita".

LEAO E REBIC - "Ci tengo a fare i complimenti a Leao e Rebic, con loro abbiamo molta più profondità".


Segui 90min su Telegram per rimanere aggiornato su tutte le ultime novità di mercato.

facebooktwitterreddit